Lunedì 27 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Editoriali 28/07/2016

Ma come finirà la storia di quel camionista straniero protagonista dell'inversione di marcia in autostrada A15? Ecco una ipotesi

(ASAPS) Sanzione art.176 CDS da euro 2.004 ad euro 8.017, ma non è conciliabile e sarà il prefetto competente per territorio a stabilire la somma che dovrà essere pagata.
Scatta poi il fermo del veicolo - in questo caso il camion - per 3 mesi. Revoca della patente.
 
Tutto a posto? Un piffero!
 
Poiché il  conducente è straniero, ed esattamente romeno, il verbale gli verrà notificato in seguito dopo che il prefetto avrà stabilito l'importo della sanzione (tempo per la notifica 360 giorni); la patente sarà ritirata nell'immediato, per applicare il provvedimento di inibizione, solo se la violazione è stata prontamente contestata al conducente del veicolo, altrimenti non se ne parla (In questo caso crediamo sia stata ritirata).
 
E comunque anche se ritirata è noto che in molti casi lo straniero ne torna facilmente in possesso denunciandone lo smarrimento nel suo paese, profittando del fatto che le banche dati tra paesi anche europei molto spesso non sono comunicanti (o non sono aggiornate).
 
Non solo. Probabilmente il conducente o la ditta chiederanno di scontare il fermo nel luogo di residenza dell'impresa e se trovano terreno fertile da parte di qualche Prefettura può darsi che gli sia concesso, contrariamente a quanto chiarito dalla circolare ministeriale dell’agosto 2014.
 
E comunque anche se dovessero far scontare il fermo di 3 mesi in Italia, alla scadenza potrebbero far ritirare il veicolo pesante da un altro autista regolarmente patentato e così facendo riportare il veicolo in patria. E la sanzione? C'è tempo e magari non sarà mai pagata! Il tempo per la notifica della sanzione è di 360 giorni, poi ce ne saranno altri 60 per pagarla. Difficilmente il tutto potrà scadere entro i 3 mesi del fermo
 
Avete quindi capito come probabilmente finirà?? A tarallucci e vino, come si dice.
Nel senso che il conducente potrà fregarsene del verbale e non pagare nulla, potrà non consegnare la patente (se non ha avuto la contestazione immediata della violazione) perché nel frattempo sarà rientrato al suo paese o, in alternativa, potrà ottenere ancora facilmente un duplicato.
 
Il conducente avrà poi l'inibizione alla guida in Italia? Sai che spavento. Nella sostanza il conducente straniero probabilmente rimarrà impunito. Se fosse stato italiano sarebbe stata tutta un'altra storia.
 
Il legislatore prenda nota...
 
GB ASAPS

 

>Massa Carrara, tir sull'autostrada: la manovra folle dell'autista

 

 


E ora non ci assalite con critiche e accuse  di allarmismo eccessivo. Sì lo sappiamo, abbiamo semplificato e siamo stati un po’  maliziosi, ma la realtà dei fatti potrebbe non essere poi così lontana da come l'abbiamo descritta. (ASAPS)

Giovedì, 28 Luglio 2016
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK