Sabato 15 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su

Non si ferma al posto di blocco: scappa, si schianta e picchia i poliziotti

È successo nella notte tra sabato e domenica in via Milano a Brescia. Un agente ha riportato lesioni giudicate guaribili in 15 giorni. L'uomo al volante dell'auto in fuga è stato arrestato

BRESCIA. È una scena da film poliziesco quella vissuta nella notte tra sabato e domenica in via Milano. Una sequenza da brividi, innescata da un''auto che non si è fermata al posto di blocco della Locale.

Erano circa le 4.30 quando una Ford Fiesta, guidata da un bresciano che circolava senza avere con sé la patente, non ha rispettato l'ordine di fermarsi intimato dai vigili. Immediato è scattato l'inseguimento per le vie della città, con le lancette dei contachilometri che hanno superato i 150 km/h. Una velocità troppo elevata anche per il fuggitivo, che dopo un chilometro si è schiantato, finendo fuori strada. Tutto finito? Macché.

Quando gli agenti si sono avvicinati all'auto, l'uomo ha reagito con veemenza, opponendo resistenza. Tanto che per bloccarlo è stato necessario l'arrivo di una pattuglia di supporto della Questura di Brescia.

Attimi concitati in cui è rimasto ferito anche un agente, poi portato in ospedale: ha riportato contusioni giudicate guaribili in una quindicina di giorni. L'uomo è stato arrestato.

da bresciatoday.it


FUGGE, SI SCHIANTA POI PICCHIA GLI AGENTI DELLA POLIZIA MUNICIPALE! (ASAPS)
Erano circa le 4.30 quando una Ford Fiesta, guidata da un bresciano che circolava senza avere con sé la patente, non ha rispettato l'ordine di fermarsi intimato dalla Polizia Municipale. Immediato è scattato l'inseguimento per le vie della città, con le lancette dei contachilometri che hanno superato i 150 km/h. Una velocità troppo elevata anche per il fuggitivo, che dopo un chilometro si è schiantato, finendo fuori strada. Tutto finito? Macché. Il resto nell’articolo. (ASAPS)
 

Martedì, 01 Dicembre 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK