Domenica 19 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su

Giurisprudenza di legittimità
Patente di guida – Perdita del punteggio per violazioni alle norme del C.d.S. – Provvedimento della M.C. di sottoposizione a revisione della patente di guida – Ricorso – Competenza - Giurisdizione

(Cass. Civ., sez. Un., 27 luglio 2015, n. 15689)

 Giurisprudenza di legittimità
CORTE DI CASSAZIONE CIVILE
Sezione Unite, 27 luglio 2015, n. 15689

 

Patente di guida – Perdita del punteggio per violazioni alle norme del C.d.S. – Provvedimento della M.C. di sottoposizione a revisione della patente di guida – Ricorso – Competenza - Giurisdizione.

 

In tema di sanzioni amministrative per violazioni del codice della strada, l’opposizione giurisdizionale, nelle forme previste dalla L. 24 novembre 1981, n. 689, artt. 22 e 23 ha natura di rimedio generale esperibile, salvo espressa previsione contraria, contro tutti i provvedimenti sanzionatori, ivi compresi quelli di sospensione della validità della patente di guida e quelli prodromici a tale sospensione, quali la decurtazione progressiva dei punti.
Il provvedimento con il quale viene ordinato al titolare della patente di abilitazione alla guida di sottoporsi all’esame di idoneità tecnica nel caso di azzeramento dei punti partecipa della medesima natura di sanzione accessoria propria della perdita dei punti, applicata in conseguenza delle singole violazioni alle norme di comportamento nella circolazione stradale; sanzione in relazione alla quale non è dubitabile la giurisdizione del giudice ordinario, essendo avverso la stessa proponibile opposizione davanti al medesimo giudice competente per l’opposizione ai verbali di contestazione, secondo quanto previsto dal D.Lgs. n. 150 del 2011, art. 7, comma 4. (Cass. Civ., sez. Un., 27 luglio 2015, n. 15689) (Massima Redazionale)

 


 °°°°°°°°°°°°°°°°

 

LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE
SEZIONI UNITE CIVILI

 

ha pronunciato la seguente:

ordinanza

sul ricorso 20363/14 per regolamento di giurisdizione d’ufficio proposto dal Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte, Sezione Seconda, nel giudizio vertente tra:
D.S.;

 

– ricorrente non costituito in questa sede –

e

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI, in persona del Ministro pro tempore;

– resistente non costituito in questa sede –

Udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del 21 luglio 2015 dal Consigliere relatore Dott. Stefano Petitti; lette le conclusioni scritte del Sostituto Procuratore Generale Dott. DEL CORE Sergio il quale chiede che le Sezioni Unite dichiarino la giurisdizione del giudice ordinario.

 

RITENUTO IN FATTO
Con ordinanza del 26 aprile 2014, il Giudice di pace di Torino declinava la propria giurisdizione in favore del giudice amministrativo in merito al ricorso con il quale D. S. aveva impugnato...

 

>Leggi il testo integrale della sentenza

Lunedì, 09 Novembre 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK