Venerdì 02 Dicembre 2022
area riservata
ASAPS.it su

Svizzera
«SEE YOU – Fatti vedere»

Giornata della luce: vedere ed essere visti nella circolazione stradale

Con il ritorno dell'ora solare si avvicina l'inverno e il buio ammanta presto il paesaggio. Molte persone si spostano a piedi o con un veicolo a due ruote all'imbrunire o al buio. Il loro rischio d'incidente è nettamente superiore rispetto alle ore in cui c'è la luce. La luce, il materiale rifrangente e un comportamento corretto prevengono gli incidenti. Questo fa tornare in mente la campagna «SEE YOU – Fatti vedere» che sarà lanciata il 12 novembre con la Giornata della luce.

Nei mesi invernali molte persone si spostano all'imbrunire o con il buio. Specialmente per i pedoni e i conducenti di veicoli a due ruote questo è pericoloso perché per gli altri utenti della strada sono visibili solo quasi all'ultimo momento. Il loro rischio d'incidente è tre volte superiore rispetto alle ore diurne. Se si aggiungono pioggia, neve e controluce, il rischio d'incidente aumenta di dieci volte. Essere ben visibili da qualsiasi lato serve a prevenire gli incidenti e a salvare la vita. Un incidente su due potrebbe essere evitato se il conducente avesse a disposizione un secondo di tempo di reazione in più. Perciò è indispensabile indossare vestiti chiari, materiale rifrangente e usare una luce. Specialmente il materiale rifrangente incrementa notevolmente la visibilità: in questo modo gli utenti della strada sono visibili già da una distanza di oltre 140 metri. La campagna annuale «SEE YOU – Fatti vedere» del gruppo di lavoro «Sicurezza tramite la visibilità» sensibilizza gli utenti della strada nei confronti dei pericoli particolari con il mal tempo e con una visibilità pessima e fornisce consigli sul comportamento corretto.

 

 

Per i pedoni attraversare la strada costituisce il pericolo più grande. In questo caso c'è bisogno di una buona visibilità abbinata a un comportamento prudente. Con vestiti chiari o rifrangenti ovvero con accessori rifrangenti (fascia rifrangente, berretto, flash-suola ecc.) i pedoni e chi fa jogging si fa notare in tempo. Prima di accedere sulla strada è importante fermarsi un attimo e accertarsi di poter attraversare la strada in sicurezza, anche sul passaggio pedonale. Per i ciclisti è altrettanto importante essere ben visibili. Anche in questo caso degli appositi vestiti e accessori (giubbotto rifrangente, fascia rifrangente, riflettori per raggi delle ruote ecc.) sono utili. È indispensabile che si usi una luce anteriore e posteriore funzionante, meglio se resta accesa anche a bici ferma. Particolarmente pericoloso per i ciclisti è l'«angolo morto», lo spazio laterale di un veicolo non visibile per i conducenti. Ai semafori e agli stop i conducenti di un veicolo a due ruote non dovrebbero mai fermarsi accanto ma sempre dietro alle auto e ai camion e avere la luce accesa. Solo in questo modo possono essere visti.

La giornata nazionale della luce del 12 novembre costituisce l'avvio e l'iniziativa principale della campagna. In diverse città la polizia organizza assieme ai partner delle iniziatie nello spazio pubblico. La campagna si rivolge esplicitamente a tutti gli utenti della strada. Solo se tutti si rendono visibili e si comportano correttamente, sarà possibile ridurre il numero degli incidenti. La campagna fornisce dei consigli per i pedoni, i ciclisti e i conducenti dei veicoli a motore, rivolgendosi a loro mediante manifesti, volantini, materiale rifrangente, internet e i media classici.

>Campagna «SEE YOU – Fatti vedere»


Trovate il link all'infografica, alla foto e al video nella versione online di questo comunicato stampa, sotto www.media.upi.ch

Mercoledì, 04 Novembre 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK