Giovedì 07 Luglio 2022
area riservata
ASAPS.it su

Guida in stato di ebbrezza - Accertamento - Tasso alcolemico superiore a quello massimo consentito - Presunzione “iuris tantum” di responsabilità nella causazione di un sinistro - Sussistenza – Prova contraria – Ammissibilità.

(Cass. Civ., sez. III, 20 ottobre 2014, n. 22238)

La circostanza che il conducente di un veicolo coinvolto in un sinistro stradale avesse, al momento del fatto, un tasso alcolemico superiore a quello massimo consentito dalla legge costituisce una presunzione “iuris tantum” della sua responsabilità nella causazione dell'evento, che può essere superata attraverso la prova concreta che il sinistro non sia stato causato dallo stato di ebbrezza del conducente o quando il sinistro si sia verificato per colpa esclusiva dell'altro conducente che abbia omesso di dare la precedenza.

Mercoledì, 28 Ottobre 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK