Mercoledì 12 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su
Salvataggi , Notizie brevi 22/10/2015

Sezione Polizia Stradale Avellino
Automobilista colpito da infarto salvato grazie ad una chiamata alla Polizia Stradale di Avellino – gli agenti della pattuglia capita la gravità lo trasportano nel vicino ospedale prima dell’arrivo dell’ambulanza

(ASAPS) E’ stato grazie al veloce intervento di una pattuglia della Polizia Stradale di Avellino se un automobilista in transito sulla A16 è riuscito a superare un grave episodio di infarto.
Nella mattinata del 15 ottobre, infatti, il personale in servizio presso la Sezione Polizia Stradale di Avellino - Sottosezione Polizia Stradale di Avellino Ovest, ha ricevuto una chiamata che riferiva la presenza di un automobilista colpito da forti dolori al petto e allo stomaco, chiari sintomi di un infarto in atto.

Capita la gravità della situazione anche in relazione al fatto che la persona in difficoltà riferiva di essere cardiopatica, la sala operativa ha contattato il 118 per richiedere l’intervento di un’ambulanza e ad allertare la pattuglia in servizio su quell’arteria che immediatamente ha raggiunto l’automobilista in pericolo. All’altezza del casello Avellino-Ovest, corsia riservata telepass, gli uomini della Stradale hanno raggiunto l’automobilista che nel frattempo era uscito dal veicolo e si era disteso sul manto stradale a causa dei lancinanti dolori al petto.

Costatate le gravi condizioni fisiche, complicate anche da evidenti difficoltà respiratorie, senza attendere l’arrivo dell’ambulanza la pattuglia composta dall’Assistente Capo Barrasso A.  e Assistente Capo V. Tropeano, ha deciso di trasportarlo col suo stesso automezzo presso la locale Casa di Cura Privata “Clinica Montevergine”.
Un poliziotto si è messo alla guida della vettura della persona in pericolo di vita mentre l’altro con l’auto di servizio ha fatto da apripista per velocizzare il trasporto in clinica.

Giunti sul posto l’automobilista è stato condotto a braccia dagli Stradalini che lo hanno consegnato ai sanitari per le cure del caso.
Da un primo controllo i medici hanno confermato che si trattava di un infarto in atto e che solo grazie al tempestivo intervento dei poliziotti è stato possibile per loro salvargli la vita. (ASAPS)
 


Il tempestivo intervento degli agenti che hanno trasportato l’infartuato al vicino pronto soccorso è stato salvifico. (ASAPS)

Giovedì, 22 Ottobre 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK