Sabato 15 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su

Pugni alla vigilessa per sfuggire a una multa

Protagonista un 65enne che dopo un'inversione azzardata si è rifiutato di fare l'alcol test

La Spezia, 17 ottobre 2015 - PRIMA ha compiuto una manovra da ‘cartellino rosso’, un’inversione a ‘U’ che ha creato non poco scompiglio alla viabilità. Poi, non contento, una volta fermato dalla polizia municipale, ha preso a pugni la vigilessa che lo voleva sottoporre all’alcooltest. Protagonista della vicenda, un 65enne spezzino, che ha pagato le sue intemperanze con una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.

L’episodio è avvenuto ieri pomeriggio attorno alle 18.30 in via Fontevivo, a poca distanza della rotonda stradale che immette nel rettilineo di fronte al centro commerciale ‘Le Terrazze’, dove gli agenti del comando spezzino di polizia locale erano impegnati in un posto di controllo. Ai due agenti motociclisti, quell’inversione ‘disegnata’ dal 65enne in barba al codice della strada non è scappata inosservata, anche perchè sottolineata dai molti colpi di clacson degli automobilisti che affollavano via Fontevivo e che poco avevano apprezzato quella manovra vietata, repentina e neppure segnalata.

Appostati a poca distanza, i vigili urbani in pochi secondi hanno allungato la paletta e intimato l’alt al conducente indisciplinato, fermandolo. Ma quella che doveva essere un controllo finalizzato all’elevazione del verbale per la sciocchezza commessa, si è trasformata in pochi secondi in un fatto di violenza. Dopo aver proceduto al controllo dei documenti, la vigilessa ha invitato il 65enne ad avvicinarsi al mezzo di servizio per sottoporsi agli esami per verificare la presenza di alcool nel sangue.

La richiesta ha però fatto infuriare il sessantenne, che prima si è opposto a parole, poi non ha esitato a passare ai fatti, prendendo di mira la vigilessa e colpendola con alcuni pugni al torace. L’uomo è stato immediatamente fermato dal collega della donna, che ha poi chiamato rinforzi e ha allertato il 118. Sul posto, in pochi minuti, è arrivata un’ambulanza che ha proveduto a condurre la vigilessa al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Andrea, dove è stata medicata e poi immediatamente dimessa con un referto di dodici giorni, a causa delle contusioni riportate al torace, causate dalla furia dell’automobilista. Il 65enne, portato al comando di via Lamarmora, una volta identificato è stato denunciato per la resistenza a pubblico ufficiale e per le lesioni inferte alla vigilessa.

di Matteo Marcello
da lanazione.it


Complimenti a questo “gentiluomo”! (ASAPS)

Lunedì, 19 Ottobre 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK