Venerdì 18 Giugno 2021
area riservata
ASAPS.it su
Editoriali 12/10/2015

LE IMBARAZZANTI CIFRE DELL’ALTRA VIOLENZA STRADALE, QUELLA DELLE AGGRESSIONI SU STRADA
143 EPISODI GRAVI NEI PRIMI 9 MESI DEL 2015 CHE HANNO CAUSATO 5 MORTI E 205 FERITI

Partiamo da una premessa. La solita. La strada è un luogo molto mal frequentato e il consiglio che diamo è quello di non ingaggiare mai discussioni con altri automobilisti per questioni legate alla dinamica del traffico: un sorpasso, una mancata precedenza, un attraversamento pedonale (come in questo caso).  Non sappiamo chi è rinchiuso nell’abitacolo di quella vettura e potremmo trovarci di fronte un violento, un ubriaco, un drogato, una persona armata.
Ma sapete quante aggressioni serie e importanti abbiamo  registrato con l’Osservatorio il Centauro – ASAPS nei soli primi 9 mesi del 2015? 143 di cui 122 diurne e 21 notturne nelle quali sono state ammazzate 5 persone e 205 sono rimaste ferite, di queste 32 hanno riportato lesioni molto gravi. In 29 casi l’aggressore ha utilizzato armi proprie (20,3%) e in 26 casi ha usato armi improprie (18,2%). E’ stato possibile accertare che l’aggressore era ebbro in 8 casi (5,6%) e in 14 episodi l’aggressore era uno straniero (9,8%).
Insomma numeri che devono farci riflettere e ci devono indurre a stare lontani dalle discussioni stradali che troppo spesso si trasformano in vere aggressioni stradali. (ASAPS)
 

 L'articolo da Il Secolo XIX

>Varazze - Rischia di investirlo, si ferma, lo picchia e lo riduce in fin di vita

 

Lunedì, 12 Ottobre 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK