Mercoledì 06 Luglio 2022
area riservata
ASAPS.it su

Obblighi del conducente in caso di incidente - Obbligo di fermarsi - Soccorso all'investito - Inottemperanza - Reati di cui all'art. 189, commi 6 e 7, c.s. - Configurabilità

(Cass. Pen., sez. fer., 5 agosto 2014, n. 34495)

Con riferimento al reato di fuga di cui all'art. l89, comma 6, C.S., è necessario che il dovere di fermarsi sul luogo dell'incidente debba durare per tutto il tempo necessario all'espletamento delle prime indagini rivolte all'identificazione del conducente e del veicolo, non  essendo sufficiente una breve sosta tale da non consentire l'espletamento dei predetti accertamenti. Per la configurabilità del reato di cui all'art. 189, comma 7, c s., inosservanza dell'obbligo di assistenza, invece è necessario che le modalità del sinistro facciano sorgere il dubbio che vi sia un danno effettivo alla persona e tale danno deve essere percepibile dall'utente della strada. (Nella fattispecie il fatto che il pedone investito non avesse perso l'equilibrio dopo l'impatto aveva indotto il conducente a non fermarsi nella consapevolezza che la vittima non avesse necessità di assistenza, quando, invece, aveva riportato lesioni gravi).
 

Mercoledì, 05 Agosto 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK