Martedì 20 Aprile 2021
area riservata
ASAPS.it su
Altre statistiche 08/07/2015

Svizzera
Il 47 percento dei ciclisti indossa il casco
Rilevazione upi 2015: tasso d'uso leggermente in aumento

Dal censimento 2015 dell'upi – Ufficio prevenzione infortuni – emergono percentuali lievemente in aumento: il 47 percento dei ciclisti usa volontariamente un casco, nei bambini lo fa il 67 percento. E nella categoria delle bici elettriche, tre anni dopo l'introduzione dell'obbligo, il tasso raggiunge il 90 percento.

Con il 47% il tasso d'uso del casco nei ciclisti è più alto rispetto all'anno precedente in cui era pari al 43% (2013: 46%). Entrambi i sessi hanno contribuito a questo aumento, anche se il tasso d'uso negli uomini (50%) è tuttora notevolmente più alto rispetto alle donne (43%).
 
Nei bambini fino a 14 anni, nel 2015 il tasso d'uso è salito nuovamente al 67% dopo che negli ultimi anni era sceso al 63% (2013) ovvero al 60% (2014). I bambini che vanno in bici sono esposti a un rischio d'incidente più elevato sia perché le loro capacità cognitive e motorie non sono ancora pienamente sviluppate sia perché hanno ancora poca esperienza nella circolazione stradale. Per questo motivo per loro è particolarmente importante proteggere la testa. Pertanto l'upi continuerà a sostenere con decisione le misure di sensibilizzazione rivolte a genitori, scuole e associazioni. Inoltre, le autorità comunali possono obbligare i bambini a usare un casco sul percorso casa-scuola.
 
Dal 1° luglio 2012 è obbligatorio indossare un casco per ciclisti in sella a una e-bike (con pedalata assistita da 25 fino a 45 km/h). Tre anni più tardi, in questa categoria di veicoli il tasso d'uso raggiunge già il 90% (2014: 89%). Nel gruppo delle bici elettriche più lente, che sono sempre più amate anche dagli anziani, il tasso d'uso corrisponde al 67% (2014: 63%). In questo caso per motivi di sicurezza il Consiglio federale raccomanda in sintonia con l'upi di usare sempre un casco per ciclisti omologato EN 1078.
 
Visto che l'effetto di sicurezza del casco per ciclisti è scientificamente provato, l'upi continuerà a condurre delle campagne di prevenzione per promuovere l'uso volontario e corretto del casco. In effetti, solo se il casco calza bene riduce il rischio di lesioni craniche gravi: due dita traverse sopra la radice del naso, i passanti laterali ugualmente tesi, spazio per un dito tra il mento e il sottogola.
 
I link ai risultati dettagliati, alle foto, al video «Indossare correttamente il casco bici» e all'opuscolo «Bicicletta – Pedalare sicuri» sono disponibili nella versione online di questo comunicato stampa su www.media.upi.ch
 
Informazioni: Ufficio Media upi, tel. +41 31 390 21 16, www.upi.ch
 

 
> Video «Indossare correttamente il casco bici»

> Opuscolo upi «Bicicletta»

 

Indossare correttamente il casco bici

Due dita traverse al di sopra della radice del naso
Passanti laterali tesi equamente, tra mento e nastro spazio per un dito

Calza perfettamente!
Buon viaggio!

Mercoledì, 08 Luglio 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK