Domenica 29 Marzo 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 01/06/2015

Un fine settimana tragico per i motociclisti
Almeno una decina le vittime e tanti feriti

Uno dei due incidenti avvenuti a Rimini - Foto da riminitoday.it

(ASAPS) Lo sappiamo i fine settimana di maggio e di giugno sono quelli più tragici in assoluto per i motociclisti nel corso dell’anno. Anche se in calo rispetto gli anni scorsi sono ancora tante e sempre troppe le vittime. Almeno una decina i morti sulle moto in questo fine settimana e tanti i feriti anche molto gravi. Sarà il bel tempo che favorisce le escursioni, sarà la voglia di provare la moto e forse anche le escursioni appenniniche e la concomitanza col Mugello può avere inciso nel carico di adrenalina. Non lo sappiamo però la concomitanza (già constatata in altre occasioni gli scorsi anni) ci solleva interrogativi. Ecco a seguire un elenco parziale degli incidenti di questo week-end, da brividi! (ASAPS)
 

Tremendo incidente alla Mendola, muore un centauro
Terribile carambola con il mezzo che, impazzito, ha centrato anche due ciclisti in salita
BOLZANO 29.05.2015 - Tragedia questo pomeriggio all'altezza del tornante numero 11 della strada che conduce al Passo della Mendola. Un motociclista ha centrato due cicilisti e nell'impatto si sono registrati un ferito medio, uno grave e, purtroppo, un morto. A perdere la vita è stato il centauro: il mezzo, infatti, si è imbizzarrito improvvisamente volando a bordo della strada. Tutti i protagonisti stavano andando in salita, distrutta anche una bicicletta. Chiamati all'intervento i soccorritori dei due elicotteri Pelikan 1 e Pelikan 2 oltre all'ambulanza di soccorso e all'assistenza spirituale. Del ripristino della viabilità si sono occupati i vigili del fuoco, mentre i rilievi di legge sono a cura dei Carabinieri. Tutte le vittime sono state portate all'ospedale di Bolzano. Poco più di una settimana fa si era registrata una carambola tra una Harley Davidson e quattro ciclisti nella zona del lago di Caldaro. In quel caso, però, nessuno riportò ferite gravi o rischiò la vita.
Fonte della notizia: trentinocorrierealpi.gelocal.it
Scontro in periferia Roma,muore centauro
Incidente a Casal del Marmo tra una moto ed un'auto
ROMA, 29 MAG - Incidente mortale stamattina a via di Casal del Marmo, alla periferia di Roma. Nello scontro sono state coinvolte due auto e una moto. La vittima è un 56enne che viaggiava a bordo della moto. L'uomo è rimasto incastrato sotto una macchina ed è stato estratto dai vigili del fuoco. Sul posto 118 e polizia municipale per i rilievi. Ancora da accertare la dinamica dell'incidente.

Fonte della notizia: ansa.it


Incidente a Minerbio, scontro auto-moto: grave 47enne, trasportato con l'elisoccorso
L'uomo alla guida di una moto Honda VFR 750 è stato sbalzato dopo lo scontro con una Subaru Legacy. Ricoverato in codice 3


 29.05.2015 - Brutto incidente stradale ieri pomeriggio, tra via IV Novembre e via Ronchi Inferiore a Minerbio. Un 47enne del luogo, alla guida di una moto Honda VFR 750, si è scontrato con una Subaru Legacy, guidata da un 54enne di Monzuno. Ad avere la peggio il 47enne che è stato sbalzato dalla moto. Sul luogo sono intervenuti i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Molinella e i sanitari del 118: il centauro è stato trasportato in elicottero, in codice 3, al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore.
 
Fonte della notizia: bolognatoday.it


Drammatico incidente a Porto Sant’Elpidio sulla SS 16: grave un centauro 23enne

Il giovane trasportato d'urgenza a Torrette di Ancona in eliambulanza. Illesi i tre occupanti dell'autovettura
29.05.2015 - Illesi i tre occupanti dell’autovettura, ma è purtroppo grave il motociclista 23enne che è rimasto ferito nell’incidente verificatosi nel primo pomeriggio del 29 maggio sulla strada statale Adriatica a Porto Sant’Elpidio. E’ un portoelpidiense ad avere avuto la peggio nello scontro tra la sua moto e un’Audi A6, che si trovavano sulla statale quando si sono scontrate, nei pressi di un incrocio. Fratture multiple e lesioni varie per il giovane, trasportato d’urgenza all’ospedale regionale di Torrette di Ancona dall’eliambulanza giunta a Porto Sant’Elpidio. Semidistrutta la moto e seriamente danneggiata l’auto, pur senza procurare danni al conducente, un cinquantenne e alle due minori che si trovavano a bordo. Sul posto, per i rilievi e per regolare il traffico andato in tilt e per ripristinare la circolazione sulla SS 16, Polizia Municipale e Stradale, insieme ai Vigili del Fuoco.

Fonte della notizia: fermonotizie.info


Scontro tra auto e moto, centauro leccese ricoverato d’urgenza

L’impatto tra una moto Yamaha ed una Volkswagen Golf è accaduto nel pomeriggio su viale Risorgimento.
29.05.2015 - È ricoverato in gravi condizioni il centauro leccese, protagonista dell’incidente avvenuto nel pomeriggio di oggi alla periferica del capoluogo, sulla strada che immette sulla statale Lecce - Brindisi. L’uomo, un 29enne, era alla guida di Yamaha e, per cause ancora da accertare, è stato sbalzato di sella dopo lo scontro con una Volkswagen Golf guidata da un 74enne leccese.
L’impatto, molto forte, con la fiancata dell’auto è stato molto violento.  Sul posto i sanitari del 118 che hanno deciso per il ricovero d’urgenza al “Fazzi”. Il 29enne non corre pericolo di vita. Per i rilievi sono giunti sul luogo gli agenti della sezione Infortunistica della Polizia Municipale di Lecce.

Fonte della notizia: leccesette.it


Incidente a Vigonza sulla Noalese Auto-scooterone: grave il centauro


Lo scontro è avvenuto venerdì sera, verso le 22, tra una Polo e la due ruote, all'altezza del distributore Agip. Il motociclista, un 30enne di Santa Maria di Sala (Venezia), è stato trasportato d'urgenza in ospedale
29.05.2015 - Brutto incidente, venerdì sera, poco dopo le 22, sulla strada "Noalese", nel territorio di Vigonza. Coinvolti un'automobile, una Polo con a bordo 4 ragazzi, e uno scooterone, condotto da un 30enne di Santa Maria di Sala, in provincia di Venezia.
L'INCIDENTE. I due mezzi si sono scontrati all'altezza del distributore Agip. La dinamica è ancora al vaglio dei carabinieri di Pionca, intervenuti per i rilievi, ma, dai primi accertamenti, sembra che il centauro, dipendente della Civis, appena smontato dal turno di lavoro, stesse percorrendo la statale in direzione di Santa Maria di Sala, quando è entrato in collisione con la Polo, che proveniva dal senso di marcia opposto ed era intenta a svoltare per accedere alla stazione di rifornimento.
GRAVE CENTAURO. L'impatto è stato violentissimo. Il veneziano è stato sbalzato giù di sella, sbattendo rovinosamente contro l'asfalto. Sul posto si sono precipitati i sanitari del Suem 118, per soccorrere il ferito e trasportarlo d'urgenza al pronto soccorso di Padova. Le sue condizioni sono apparse subito molto delicate. Il ragazzo ha riportato numerose fratture e un trauma commotivo. La prognosi è riservata. I quattro giovani a bordo della Polo sono stati anch'essi trasportati in ospedale per gli accertamenti medici del caso. Per loro, per fortuna, solo lievi escoriazioni.

Fonte della notizia: padovaoggi.it


ULTIM’ORA – incidente stradale: auto travolge scooter in città

GROSSETO 29.05.2015 – Un incidente stradale tra un’auto e uno scooter è quello che si è verificato pochi minuti fa in via Roma, angolo via Trento. Un impatto violento in cui a riportare la peggio è stato un ragazzo di 21 anni in sella al motociclo, sbalzato sull’asfalto dopo l’impatto. A bordo dell’auto un ragazzo di 25 anni che, viaggiando lungo via Roma, non è riuscito ad evitare lo scooter che proveniva da via Trento. Sul posto sono intervenuti i medici del 118 per prestare le prime cure al ferito. Il ragazzo è  stato portato al Pronto Soccorso cittadino per gli accertamenti del caso, ma permane al momento il riserbo sulle sue condizioni. Presenti anche gli agenti della Polizia Municipale per i rilievi sull’incidente e per gestire la viabilità del traffico, con la via che è rimasta anche bloccata. Da chiarire la dinamica dell’incidente.

Fonte della notizia: ilgiunco.net


Incidente stradale, muore 17enne di Mercato San Severino
Lo schianto è avvenuto questa mattina alle 9 a Nocera Superiore, all'incrocio di via Citola
di Massimiliano Grimaldi


NOCERA SUPERIORE 30.05.2015 - Incidente mortale questa mattina, intorno alle 9 a Nocera Superiore, all’incrocio di via Citola, vittima un 17enne di Mercato San Severino. Michele Iuliano era diretto a Cava de’ Tirreni per recarsi a lavoro, quando per cause ancora in via di accertamento, ha perso il controllo dello scooter, finendo la corsa contro un muretto. Il salto di carreggiata e l’impatto con il muretto di contenimento è stato fatale per il 17enne. Sul posto sono giunti immediatamente i soccorsi, con il medico legale che ha certificato la morte del giovane, aggiungendo che è avvenuta all’istante, viste le condizioni in cui si presentava il corpo dopo l’impatto. Neanche il casco indossato al giovane ha evitato la morte. Stando ai primi rilievi effettuati dalla polizia locale, il 17enne sarebbe stato sbalzato dallo scooter, che invece ha terminato la corsa contro il muretto di contenimento della strada. Ascoltati anche alcuni testimoni, presenti sul luogo dell’incidente, che stanno aiutando le forse dell’ordine nella ricostruzione esatta della dinamica. La salma, intanto, è stata trasportata presso l'obitorio del cimitero di Nocera Superiore.

Fonte della notizia: ottopagine.it


Incidente sulla Bolognese: muore centauro tra San Piero e Borgo San Lorenzo
A perdere la vita un giornalista di Radio Mugello. L'emittente radiofonica "si stringe ai familiari nel dolore"
30.05.2015 - Stamani tragedia sulle strada tra San Piero a Sieve e Borgo San Lorenzo. Un motociclista di 30 anni, Roberto D'Antonio, giornalista di Radio Mugello, è morto in un incidente stradale lungo la Bolognese in località Cardetole. Per motivi ancora da chiarire la moto condotta dal 30enne avrebbe sbandato invandendo la corsia opposta, scontrandosi poi contro un’auto della polizia provinciale. Vani i tentativi di rianimarlo da parte dei sanitari del 118. Sul posto anche la polizia stradale per i rilievi. L’emittente radiofonica dà l’addio al suo collaboratore anche con un post su Facebook: “Abbiamo purtroppo appreso che il giovane trentenne deceduto stamani nel grave incidente a Cardetole è il nostro collaboratore Roberto D'Antonio. Tutta Radio Mugello si stringe ai familiari nel dolore, in particolar modo la redazione sportiva di cui faceva parte”.

Fonte della notizia: firenzetoday.it


Monghidoro, motociclista 33enne si scontra con Ape Car: muore per le gravi lesioni
E' accaduto in tarda mattinata in via Idice: nonostante gli immediati soccorsi e l'intervento dell'elisoccorso, per lui non c'è stato nulla da fare


30.05.2015 - Giornata nera, il secondo decesso del giorno per incidente con vittime motociclisti. Alle 12.30 di questa mattina i Carabinieri della Stazione di Monghidoro sono intervenuti in località La Palazza del comune di Monghidoro, dove al km 32 di via Idice era avvenuto un incidente stradale che vedeva coinvolti una moto di grossa cilindrata e un ape car. Ad avere la peggio è stato il motociclista 33enne nativo e residente nel comune di Bondeno nel ferrarese che, verosimilmente a causa dell’elevata velocità della sua Yamaha FZ1 1000, non  è riuscito ad evitare un Ape car condotto da un 17enne del luogo, che percorreva l’opposto senso di marcia invadendo quella percorsa dal centauro, che è andato a sbattere violentemente sul guardrail e sulla cui dinamica sono comunque in corso gli opportuni accertamenti. Nonostante l’immediato intervento del personale sanitario giunto con l’elisoccorso, il 33enne è deceduto per le gravi lesioni riportate, mentre il giovane conducente dell’Ape Car è rimasto illeso e immediatamente sentito dai Carabinieri della locale Stazione relativamente alla dinamica del sinistro stradale, di cui veniva data comunicazione al Pm di turno della Procura della Repubblica che ha disposto il trasporto della salma presso il DOS di Bologna.

Fonte della notizia: bolognatoday.it


Incidente di via Zanardi: il motociclista morto è il musicista cesenate Marco Tamburini
Scontro fra tre moto nei pressi del sottopasso di via Zanardi: portato al Maggiore in condizioni gravi, Tamburini non ce l'ha fatta. Proprio oggi avrebbe compiuto 56 anni
30.05.2015 - E' il musicista romagnolo Marco Tamburini uno dei tre motociclisti coinvolti nell'incidente avvenuto ieri in via Zanardi. Era il più grave fra i tre centauri coinvolti, è stato portato all'Ospedale Maggiore in codice 3 e la notizia che non ce l'ha fatta è arrivata questa mattina. Oggi era il giorno del suo compleanno. Tamburini avrebbe compiuto 56 anni proprio oggi e i messaggi di cordoglio sulla sua pagina Facebook (attraverso la quale i famigliari hanno confermato la brutta notizia) sono già moltissimi: amici, colleghi musicisti e da tutti coloro che lo conoscevano e stimavano dal punto di vista artistico e umano.  Tamburini, nato a Cesena, era residente a Castel Maggiore. L'incidente è avvenuto ieri sera alle 19.33: coinvolti tre motociclisti nel sottopasso di via Francesco Zanardi. Secondo le prime ricostruzioni il conducente di un motociclo percorrendo via Zanardi direzione periferia, ha perso il controllo del veicolo e cadendo ha tamponato un altro motociclo che stava guidando sempre lungo la stessa, nella medesima direzione del primo. Per motivi ancora in corso di accertamento viene successivamente coinvolto un terzo motociclo che presubimilmente percorre la via Zanardi con direzione centro. Le altre due vittime, tutti uomini italiani, sono: L.C, entrato al Maggiore con codice 1, C.M., con codice 2. Accertamenti tasso alcolemico o assunzione stupefacenti: sul posto è stato effettuato l'etilometro ad uno dei coinvolti, successivamente scortato presso il maggiore per gli ulteriori accertamenti (art 187 cds); sempre presso l'ospedale Maggiore è stata presentata la richiesta degli accertamenti art 186/187 cds per gli altri due feriti la in cura.
CHI ERA MARCO TAMBURINI. Compositore e arrangiatore di notevole spessore, Marco Tamburini era un trombettista versatile ed eclettico che, oltre ad una carriera intensa e ormai ventennale sulla scena jazz italiana, vanta diverse esperienze importanti anche in ambito classico e pop. Il suo swing, elegante e non convenzionale, la fluidità e imprevedibilità delle sue scelte armoniche e sonore fanno di lui il rappresentante di una generazione di musicisti jazz europei di primo piano. Noto a livello nazionale ed internazionale, ha lavorato e collabora tutt’oggi, in veste d’arrangiatore e trombettista, con molti cantanti pop, dal vivo e in studio, fra i quali: Lorenzo Jovanotti, Laura Pausini, Fabio Concato, Irene Grandi, Vinicio Capossela, RAF, Luca Carboni. Si annoverano tra i grandi nomi anche Luciano Pavarotti, Gino Paoli, George Michael e Grace Jones. Tra le collaborazioni in ambito jazzistico con Roberto Gatto, Christian Escoude', Billy Hart, Cameron Brown, George Cables, Darryl Hall, Eumir Deodato, Uraz Kivaner.
 
Fonte della notizia: bolognatoday.it


Incidente in via Zanardi, coinvolte tre moto: centauri feriti, 56enne grave al Maggiore
L'incidente è avvenuto intorno alle 19.30 di ieri sera e ad avere la peggio sarebbe un bolognese di 56 anni, ora ricoverato in condizioni molto critiche all'Ospedale Maggiore
30.05.2015 - Ieri sera alle 19.33 tre motociclisti sono stati coinvolti in un incidente nel sottopasso di via Francesco Zanardi. Secondo le prime ricostruzioni il conducente di un motociclo percorrendo via Zanardi direzione periferia, ha perso il controllo del veicolo e cadendo ha tamponato un altro motociclo che stava guidando sempre lungo la stessa, nella medesima direzione del primo.
COINVOLTO POI ANCHE UN TERZO MOTOCICLISTA. Per motivi ancora in corso di accertamento viene successivamente coinvolto un terzo motociclo che presubimilmente percorre la via Zanardi con direzione centro.
LE VITTIME DEL SINISTRO. I soggetti coinvolti, tutti uomini e tutti italiani sono: L.C, entrato al Maggiore con codice 1, C.M., con codice 2 e T.M., 56 anni, con codice 3, e quindi in gravi condizioni. Accertamenti tasso alcolemico o assunzione stupefacenti: sul posto è stato effettuato l'etilometro ad uno dei coinvolti, successivamente scortato presso il maggiore per gli ulteriori accertamenti (art 187 cds); sempre presso l'ospedale Maggiore è stata presentata la richiesta degli accertamenti art 186/187 cds per gli altri due feriti la in cura.

Fonte della notizia: bolognatoday.it



Roma, centauro sotto effetto droga investe donna e fugge: preso
Arrestato un ucraino dopo un inseguimento con i carabinieri
ROMA, 30 mag. (askanews) - A Roma i carabinieri del Nucleo Operativo della compagnia piazza Dante hanno arrestato un ucraino di 30 anni, domiciliato nella Capitale, con le accuse di guida in stato di alterazione psicofisica per uso di sostanze stupefacenti, omissione di soccorso, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni colpose. L'uomo stava guidando la sua moto a forte velocità in via delle Botteghe Oscure quando ha investito una donna che stava camminando lungo la strada, cadendo a sua volta sul manto stradale. I carabinieri, in zona per un servizio di controllo, sono immediatamente intervenuti per verificare le condizioni delle parti in causa, ma nel frattempo, il 30enne è risalito a bordo della moto ed è scappato. Ne è nato un inseguimento durante il quale i carabinieri sono riusciti a bloccare il pirata della strada, nonostante le pericolose manovre evasive da lui effettuate nel traffico. L'ucraino, portato in all'ospedale "San Giovanni Addolorata" è risultato positivo agli esami tossicologici per oppiacei e metadone ed è stato trattenuto in caserma in attesa del rito direttissimo. La vittima, un'insegnante romana di 57 anni, ha riportato ferite giudicate guaribili in 15 giorni dai sanitari dell'ospedale "Santo Spirito".

Fonte della notizia: askanews.it


Incidente a Caorle, auto contro moto: centauro in gravi condizioni
Lo schianto sabato pomeriggio in via Sansonessa: nello scontro tra la vettura e la due ruote il motociclista è volato sull'asfalto privo di sensi. Necessario l'intervento dell'elicottero del Suem
30.05.2015 - Grave incidente stradale sabato pomeriggio in via Sansonessa a Caorle. Nello scontro sono risultate coinvolti due mezzi: un'automobile e una moto.
L'INCIDENTE. Ancora da stabilire con esattezza la dinamica del sinistro: secondo una prima ricostruzione, la vettura avrebbe sterzato per immettersi in una strada laterale, via Isola d'Elba. Dal senso di marcia opposto sarebbe sopraggiunta la due ruote con il centauro che non è riuscito a evitare l'automobile. L'impatto è stato violentissimo e il centauro è stato sbalzato dalla sella ed è finito sull'asfalto diversi metri più avanti.
I SOCCORSI. Nella caduta il motociclista ha sbattuto violentemente contro il suolo: subito le sue condizioni sono apparse serie. Sul posto sono accorsi i vigili del fuoco e le forze dell'ordine chiamate dai testimoni e dal conducente della vettura sotto shock. Per trasportare il centauro si è reso necessario l'intervento dell'elicottero del Suem di Treviso. Sul tratto si sono formate lunghe code per permettere i rilievi e per consentire i soccorsi.

Fonte della notizia: veneziatoday.it


Canoa cade da un'auto, grave noto dirigente in scooter
Pier Ferruccio Lucheroni,  presidente di Confesercenti, è stato sbalzato dalla sella: portato con Pegaso a Siena in gravi condizioni
di Francesca Gori
GROSSETO 30.05.2015 - Non si è accorto che la canoa che aveva legato sul tetto della sua auto non fosse ben assicurata. O che probabilmente, quelle corde che la tenevano non erano abbastanza strette. Sta di fatto che mentre l'auto viaggiava verso il mare, sulla strada delle Collacchie, arrivato all'altezza del ristorante il mago di Oz, la piccola imbarcazione è volata via e ha preso in pieno un uomo che viaggiava in sella allo scooter in direzione opposta. Alla guida dello scooter c'era Pier Ferruccio Lucheroni,  presidente di Confesercenti.  Lucheroni, che ha 66 anni,  è sbandato ed è finito dall'altra parte del guard rail, cadendo poi nel campo che costeggia la strada, mentre il suo scooter ha terminato la sua corsa ottanta metri più avanti. Subito è scattato l'allarme al 118: i sanitari, arrivati sulla strada delle Collacchie hanno prestato i primi soccorsi all'uomo che era in gravi condizioni. Per questo è atterrato anche Pegaso. Lucheroni è stato portato all'ospedale Le Scotte di Siena con un brutto truma cranico. Sul posto, oltre al 118 sono intervenuti gli uomini della polizia municipale per ricostruire la dinamica dell'incidente.

 Fonte della notizia: iltirreno.gelocal.it



Senigallia, cade con lo scooter Grave un ragazzo di 22 anni
SENIGALLIA 30.05.2015 - E' ricoverato nel reparto di Rianimazione, in prognosi riservata, il 22enne che nel pomeriggio di ieri ha perso il controllo del suo scooter lungo la Statale Adriatica Sud a Marzocca. S.F., queste le sue iniziali, di Montemarciano è improvvisamente finito fuori strada con lo scooter Scarabeo 125 che stava guidando. L'incidente è avvenuto poco dopo le 17. E' stato subito raggiunto da un'ambulanza che lo ha trasportato al pronto soccorso con un codice giallo.
Inizialmente non sembrava grave ma la Tac ha poi evidenziato un ematoma cerebrale che ha fatto aggravare il quadro clinico, tanto da comunicare alla polizia municipale la prognosi riservata. Come da prassi in questi casi quindi è stato sottoposto a sequestro il veicolo coinvolto nell'incidente. Il 22enne è stato invece trasferito dal pronto soccorso al vicino reparto di Rianimazione, dove per due giorni rimarrà sedato in stato di coma farmacologico indotto, per evitargli qualsiasi sforzo. Secondo i sanitari, non essendo l'ematoma molto esteso, dopo due giorni di terapie potrebbe riassorbirsi da solo. Non resta quindi che aspettare. La prognosi, se il decorso dovesse procedere come si augurano i medici, verrà sciolta trascorse le 48 ore. Proprio l'ematoma potrebbe essere anche la causa dell'incidente. Il ragazzo sembra infatti che si sia sentito male prima ancora di cadere e questo spiegherebbe anche perché non sia più riuscito a mantenere il controllo del veicolo.
Accertamenti sanitari sono in corso anche per accertare se davvero si sia sviluppato prima o se sia invece una conseguenza della caduta, che appare meno probabile dal momento che indossava regolarmente il casco che dovrebbe aver attutito il colpo. Appare invece chiara la dinamica dell'incidente alla polizia municipale intervenuta per i rilievi. Altri veicoli non sono stati infatti coinvolti e il 22enne ha fatto tutto da solo. Questo appare certo anche alla luce delle testimonianze rese da altri automobilisti e passanti che hanno dato l'allarme chiamando i soccorsi. Forse l'incidente sarebbe stato provocato proprio da un malore che potrebbe averlo portato a sentirsi male, senza avere nemmeno il tempo di accostare e fermarsi. In ospedale sono subito arrivati i genitori del ragazzo, avvisati dalla municipale, e per apprendere notizie anche i suoi amici che da Montemarciano hanno raggiunto il nosocomio per accertarsi delle condizioni di salute del giovane. Sono rimasti tutti fino a tardi in attesa di notizie confortanti. Il fatto che sia rimasto stazionario senza aggravarsi è parsa già una buona notizia ma non resta che attendere.

Fonte della notizia: corriereadriatico.it


Grave un giovane con la moto contro un'auto
Prato, l'incidente è avvenuto in viale della Repubblica davanti all'istituto Buzzi. La dinamica al vaglio della polizia municipale
PRATO 30.05.2015 - Scontro fra auto e moto nel primo pomeriggio di oggi, sabato 30, in viale della Repubblica, proprio di fronte all'Itis Buzzi. Erano passate da poco le 14 quando un'auto Fiat Cinquecento proveniente dalla rotatoria fra viale della Repubblica e viale Montegrappa, per cause in corso di accertamento, si è scontrata con una moto di piccola cilindrata proveniente dal ponte Petrino, sulla corsia opposta, a bordo della quale si trovavano due giovani. L'impatto è stato forte e ad avere la peggio è stato il conducente della moto, figlio di una insegnante del Liceo Copernico, trasportato all'ospedale Santo Stefano in codice rosso da un'ambulanza della Pubblica Assistenza. La polizia municipale è intervenuta per i rilievi dell'incidente ed anche per regolare il traffico, che è stato parzialmente interrotto sul viale della Reppublica.

Fonte della notizia: iltirreno.gelocal.it


Tragedia in A14, giovani si schiantano in moto: perde la vita un 19enne
Sul luogo oltre al personale della Direzione terzo Tronco di Bologna, sono intervenute le pattuglie della polizia stradale i soccorsi meccanici e sanitari. Il traffico è stato incanalato su due corsie, senza particolari disagi.
31.05.2015 - Drammatico incidente stradale domenica mattina lungo l'autostrada A14 Bologna-Taranto. Un giovane di 19 anni ha perso la vita, mentre un altro è rimasto ferito in un'uscita autonoma mentre si trovavano in sella ad uno scooter. Il fatto, al vaglio agli agenti della Polizia Stradale di Ravenna, è avvenuto intorno alle 7 nel tratto compreso tra l'allacciamento A14/Diramazione per Ravenna e Imola in direzione Bologna, all'altezza del chilometro 56. Per cause in corso di accertamento, il 19enne ha perso il controllo del due ruote, sbattendo contro il guard rail. A seguito dell'impatto i due sono sbalzati dal mezzo, rovinando sull’asfalto. Quando i sanitari del 118 sono intervenuti sul posto con due ambulanze, per il 19enne non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. L'altro ragazzo, dopo esser stato stabilizzato, è stato trasportato col codice di media gravità all'ospedale di Imola. Sul luogo oltre al personale della Direzione terzo Tronco di Bologna, sono intervenute le pattuglie della polizia stradale i soccorsi meccanici e sanitari. Il traffico è stato incanalato su due corsie, senza particolari disagi.

Fonte della notizia: ravennatoday.it
 


Rovegno, moto contro auto: un morto e una donna gravissima
ROVEGNO 31.05.2015 - Una moto, con a bordo marito e moglie, si è schiantata contro un’auto, a Casanova di Rovegno. Nell’impatto ha perso la vita il conducente del mezzo a due ruote: Angelo Carcano, di 40 anni, residente a Nerviano, in provincia di Milano.  Il fatto è accaduto intorno alle 13,30. La moglie, che viaggiava come passeggera sulla moto, versa in gravissime condizioni. Sul posto sono intervenuti gli uomini del 118 e l’elisoccorso, che ha trasportato la donna in codice rosso all’ospedale San Martino di Genova.

Fonte della notizia: ilsecoloxix.it


Tragedia sulla via Emilia, auto manca la precedenza: muore centauro 43enneLa dinamica del sinistro è stata ricostruita dagli agenti della Polizia Stradale di Forlì, distaccamento di Rocca San Casciano, che hanno proceduto ai rilievi di legge31.05.2015 - Una mancata precedenza. Uno scontro inevitabile. E una vita che in un battito di ciglia viene spezzata. Drammatico incidente stradale nella tarda serata di sabato a Panighina, in via Emilia. La vittima è un cesenate di 43 anni, che si trovava in sella ad una Bmw 1130 gr21. La dinamica del sinistro è stata ricostruita dagli agenti della Polizia Stradale di Forlì, distaccamento di Rocca San Casciano, che hanno proceduto ai rilievi di legge. La sciagura si è consumata dieci minuti prima della mezzanotte. Ad innescare la carambola mortale una "Audi A2", condotta da un faentino di 26 anni, con quattro giovani a bordo. La vettura si stava immettendo sulla via Emilia da via Nuova, quando stava sopraggiungendo la moto che percorreva la Statale in direzione Cesena. Il centauro non è riuscito ad evitare l'impatto, rovinando con violenza sull'asfalto. Soccorso in condizioni disperate, è stato trasportato col codice di massima gravità al trauma center dell'ospedale "Maurizio Bufalini" di Cesena. Ma dopo alcune ore il cuore del 43enne si è spento. Feriti anche i quattro ragazzi dell'Audi (un maschio e due femmine tra gli occupanti), tre dei quali in modo lieve. Una ragazza ha riportato una frattura ad un arto superiore. Al conducente dell'Audi è stata ritirata la patente di guida e sanzionato per mancanza precedenza. Sul posto gli operatori del 118 sono intervenuti con tre ambulanze e l'auto col medico a bordo. Presenti anche i Vigili del Fuoco, per la messa in sicurezza dei mezzi.
Tragedia sulla via Emilia, auto manca la precedenza: muore centauro 43enne
La dinamica del sinistro è stata ricostruita dagli agenti della Polizia Stradale di Forlì, distaccamento di Rocca San Casciano, che hanno proceduto ai rilievi di legge
31.05.2015 - Una mancata precedenza. Uno scontro inevitabile. E una vita che in un battito di ciglia viene spezzata. Drammatico incidente stradale nella tarda serata di sabato a Panighina, in via Emilia. La vittima è un cesenate di 43 anni, che si trovava in sella ad una Bmw 1130 gr21. La dinamica del sinistro è stata ricostruita dagli agenti della Polizia Stradale di Forlì, distaccamento di Rocca San Casciano, che hanno proceduto ai rilievi di legge. La sciagura si è consumata dieci minuti prima della mezzanotte. Ad innescare la carambola mortale una "Audi A2", condotta da un faentino di 26 anni, con quattro giovani a bordo. La vettura si stava immettendo sulla via Emilia da via Nuova, quando stava sopraggiungendo la moto che percorreva la Statale in direzione Cesena. Il centauro non è riuscito ad evitare l'impatto, rovinando con violenza sull'asfalto. Soccorso in condizioni disperate, è stato trasportato col codice di massima gravità al trauma center dell'ospedale "Maurizio Bufalini" di Cesena. Ma dopo alcune ore il cuore del 43enne si è spento. Feriti anche i quattro ragazzi dell'Audi (un maschio e due femmine tra gli occupanti), tre dei quali in modo lieve. Una ragazza ha riportato una frattura ad un arto superiore. Al conducente dell'Audi è stata ritirata la patente di guida e sanzionato per mancanza precedenza. Sul posto gli operatori del 118 sono intervenuti con tre ambulanze e l'auto col medico a bordo. Presenti anche i Vigili del Fuoco, per la messa in sicurezza dei mezzi.

Fonte della notizia. cesenatoday.it


Auto contro scooter a Caorle, motociclista 66enne non ce l'ha fatta
E' morto, dopo alcune ore di agonia Enzo Momentè, pizzaiolo titolare di un negozio di pizza al taglio a Porto Santa Margherita. Era stato sbalzato dalla sella dopo lo schianto di sabato contro una Opel Corsa
31.05.2015 - Non ce l'ha fatta: dopo alcune ore di agonia è morto nella notte Enzo Momentè, il motociclista che sabato pomeriggio era stato coinvolto in un incidente stradale in via Sansonessa a Caorle.
L'INCIDENTE. L'uomo, 66enne proprietario di una pizzeria al taglio a Porto Santa Margherita, era a bordo del suo scooter quando, per cause in fase di accertamento, è andato a scontrarsi contro una Opel Corsa guidata da un anziano che stava svoltando con la sua vettura su una strada laterale.
FORTI TRAUMI. Momentè è morto dopo essere stato trasportato all'ospedale con l'elicottero: la sua caduta rovinosa sull'asfalto da subito gli aveva provocato forti traumi, al nosocomio era arrivato in condizioni critiche. Cordoglio e commozione è stato espresso da quanti lo conoscevano.

Fonte della notizia. veneziatoday.it



Pirata tampona scooter, grave 30enne
Carabiniere in pensione ha visto l'impatto e segnato la targa
RIMINI, 31 MAG - Grave incidente provocato da un pirata della strada poco prima della mezzanotte di ieri a Rimini. In viale Principe di Piemonte, a Miramare, al confine con Riccione, un'auto ha tamponato uno scooter condotto da un 30enne, che è stato portato in gravi condizioni al Bufalini di Cesena. L'auto poi è scappata. All'incidente ha però assistito un carabiniere in pensione che ha preso la targa e lo ha comunicato alla municipale. L'auto è intestata a una ditta e si cerca chi era alla guida.

Fonte della notizia: ansa.it


Amandola - Centauro cade e finisce contro guardrail, è gravissimo
31.05.2015 - Sangue sulla provinciale che da Amandola porta a Fermo. In mattinata un centauro di 49 anni è caduto mentre percorreva la Sp 239, nel tratto del comune di Amandola. Non ci sarebbero altri mezzi coinvolti, ma il motociclista, R.B. le sue iniziali, nella rovinosa caduta è finito contro il guardrail riportando gravissime ferite. Le sue condizioni sono apparse subito preoccupanti ai primi soccorritori tanto che è stata allertata l’eliambulanza che ha trasportato l’uomo al Torrette di Ancona in codice rosso avanzato. Sul posto anche i carabinieri per i rilievi di rito.

Fonte della notizia: veratv.it


Un quarto d'ora d'inferno sulle strade: due incidenti, tre feriti gravi, un pirata della strada
Il primo incidente è avvenuto in viale Principe di Piemonte, a Miramare, nei pressi dello stabilimento balneare 151.


Un quarto d'ora d'inferno sulle strade di Rimini tra le 23.40 e le 23.55. Un continuo via vai di ambulanze. In questa fascia d'orario infatti si sono verificati due gravi incidenti, che ha visto in entrambi i casi il coinvolgimento di scooter. Il primo è avvenuto in viale Principe di Piemonte, a Miramare, nei pressi dello stabilimento balneare 151. Un trentenne in sella ad un motorino, per cause ancora in fase d'accertamento alla Polizia Municipale, si è schiantato contro un'auto, rovinando sull'asfalto dopo un volo di diversi metri. Soccorso dai sanitari del 118, che hanno operato con un'ambulanza e l'auto col medico a bordo, è stato trasportato col codice di massima gravità all'ospedale "Maurizio Bufalini" di Cesena. Dopo l'incidente la macchina coinvolta si sarebbe dileguata.“


Pochi minuti più tardi gli operatori di Romagna Soccorso sono intervenuti in via Della Repubblica, all'altezza dell'incrocio con via Flaminia Conca, per un altro scontro tra un'auto e due scooter (nelle foto sotto). Il bilancio è di quattro feriti, due dei quali gravi: una 26enne è stata trasportata all'Infermi, mentre un altro 26enne al trauma center dell'ospedale "Maurizio Bufalini" di Cesena. Per uno dei due feriti si è sarebbe verificato il gravissimo trauma di un'amputazione parziale di una gamba. Ferite di media gravità per gli occupanti dell'auto, portati al "Ceccarini" di Riccione. Sul posto i sanitari del 118 hanno operato con tre ambulanze e l'auto col medico a bordo. La dinamica è al vaglio della Polizia Stradale.


da riminitoday.it
 



Lo sappiamo, i fine settimana di maggio e giugno sono i più tragici dell’anno per i motociclisti. Il bel tempo favorisce le escursioni e forse anche il carico di adrenalina dato dalle corse al Mugello può aver giocato un ruolo, seppur minimo, in alcuni conducenti coinvolti in incidenti nei passi appenninici. Anche negli anni scorsi abbiamo constatato delle punte di sinistrosità. Ma per fortuna il dato generale delle vittime anche sulle moto è in calo.anche non abbastanza (ASAPS)
 

 

Lunedì, 01 Giugno 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK