Domenica 19 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su


Patente - Revoca e sospensione - Revoca - Condanna  per i reati di cui agli articoli 73 e 74 T.U. in materia di stupefacenti - Condizione soggettiva che ne comporta il diniego o la revoca - Operatività della normativa anche con riferimento alle condanne “patteggiate”, ai sensi dell’art. 444 c.p.p., antecedenti all’entrata in vigore della L. n. 94 del 2009 - Vulnus all’affidamento qualificato dell’imputato circa gli effetti delle proprie scelte - Lesione del diritto di difesa - Illegittimità costituzionale in parte qua.

(Corte Cost. 28 novembre 2013, n. 281)

È illegittimo costituzionalmente, in riferimento all’art. 24 Cost., l’art. 120, commi 1 e 2, cs., come sostituito dall’art. 3, comma 52, lettera a), della L. 15 luglio 2009, n. 94 (Disposizioni in materia di sicurezza pubblica), nella parte in cui si applica anche con riferimento a sentenze pronunziate, ai sensi dell’art. 444 del codice di procedura penale, in epoca antecedente all’entrata in vigore della legge n. 94 del 2009.

Giovedì, 28 Novembre 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK