Giovedì 19 Ottobre 2017
area riservata
ASAPS.it su
Articoli 14/11/2016

CIRCOLAZIONE CON PATENTI DI GUIDA RILASCIATE
DA STATI NON/E APPARTENENTI ALL'UE O ALLO SEE
Un testo aggiornatissimo su una materia non sempre chiara
UFFICIO STUDI ASAPS

 

I titolari di patente di guida rilasciata da uno Stato non appartenente all'UE o allo SEE possono condurre sul territorio italiano veicoli alla cui guida la patente posseduta li abilita, a condizione che non siano residenti in Italia da oltre un anno e che, unitamente alla medesima patente, abbiano

•    un permesso internazionale ovvero

•    una traduzione ufficiale in lingua italiana della patente di guida.

La mancanza della predetta documentazione comporta l’applicazione della sanzione amministrativa di € 400,00 (vedasi art. 135, commi 1 e 8, CdS); mentre per la non conformità del permesso internazionale la sanzione amministrativa è di € 78,00 (vedasi art. 135, commi 2 e 9, CdS). Per i conducenti di veicoli stranieri si applica la procedura prevista dall’art. 207 CdS (pagamento immediato nelle mani dell’agente accertatore).
La patente di guida ed il permesso internazionale devono essere in corso di validità; inoltre, i conducenti devono essere muniti, per la guida di determinati veicoli, di un certificato di abilitazione professionale o di altri titoli abilitativi prescritti dall’autorità dello Stato che ha rilasciato la patente di guida stessa.

 

>LEGGI L'ARTICOLO


Un altro interessante contributo per i soci ASAPS alla  luce delle prossime novità

 

 



Lunedì, 14 Novembre 2016
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo. Clicca qui per maggiori informazioni. OK