Sabato 20 Luglio 2019
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi , News 27/12/2014

Ravenna
Quattromila euro di multe e due sequestri d’auto in poche ore

E’ successo nel Ravennate, nei guai un cinquantenne bolognese

Controlli della Polizia Stradale di Ravenna

Ravenna, 26 dicembre 2014 - In quattordici ore sulle strade ravennati ha accumulato dalla stessa pattuglia cinque sanzioni per un totale di 4mila euro di multe e due sequestri dell’auto. È di un 50enne bolognese quello che la polizia stradale di Ravenna ha definito in una nota il ‘nuovo record’.

Tutto è iniziato il pomeriggio della vigilia di Natale quando in un posto di blocco alla barriera dell’A14bis in corrispondenza di Cotignola, è stata fermata una Hyundai con alla guida un automobilista con berretto in testa e colletto del giubbotto tirato su. Particolari che hanno attirato l’attenzione degli agenti. Tanto più che l’uomo aveva il setto nasale gonfio e insanguinato e ha rifiutato le cure mediche suggerite dagli agenti. L’etilometro ha restituito esito negativo. Ma i guai per lui sono cominciati al momento del controllo patente, che l’uomo ha detto di avere lasciato a casa. Dalla successiva identificazione con carta d’identità e dal controllo tramite la banca dati del Viminale, è emerso che il 50enne aveva commesso due violazioni per guida in stato di ebbrezza nell’estate del 2012 e nell’ottobre 2014. E che in quest’ultimo episodio era stato coinvolto in un incidente. Dalle verifiche è emerso che la patente non era stata dimenticata a casa, ma che era stata sospesa a novembre dalla Prefettura di Bologna e per un periodo non inferiore a sei mesi.

Inoltre l’auto, immatricolata per la prima volta nel 2009, non era mai stata sottoposta a revisione. E così sono scattate le prime due multe: per avere guidato nonostante la patente di guida sospesa e per avere circolato in autostrada con un veicolo non revisionato. È scattato il doppio fermo amministrativo per tre mesi, il mezzo che è stato trasferito con carro attrezzi in un luogo di custodia indicato dal 50enne.

La stessa pattuglia della Stradale ravennate ieri mattina era di servizio sulla Statale 16 Adriatica quando nella frazione di Fosso Ghiaia ha incrociato quella stessa vettura che poche ore prima aveva sottoposto al doppio fermo. Fermata l’auto dopo un inseguimento: questa volta l’etilometro ha segnato 1,25. Nuova sanzione e nuovo fermo amministrativo. Gli agenti hanno inseguito l’auto fino ad affiancarla intimando l’alt anche con sirena e lampeggianti. Il conducente ha però tirato diritto. E così sono dovute intervenire altre due pattuglie dai distaccamenti di Lugo e Faenza. All’arrivo dei rinforzi, la pattuglia di Ravenna era appena riuscita a bloccare la Hyundai. Alla guida c’era lo stesso bolognese fermato 14 ore prima in autostrada.

Questa volta però l’etilometro ha restituito un tasso alcolemico di 1,25 cioè due volte e mezzo i limiti consentiti. Inoltre le condizioni fisiche del 50enne hanno convinto gli agenti a fare intervenire un’ambulanza del 118. Ma anche questa volta l’uomo ha rifiutato le cure. Poco dopo negli uffici di Ravenna il bolognese è stato sanzionato per guida in stato di ebbrezza, per avere circolato con veicolo già sottoposto a fermo amministrativo, per avere reiterato la circolazione con patente sospesa e per avere nuovamente circolato senza che il veicolo fosse stato sottoposto a revisione. Totale accumulato in poche ore: 4 mila euro. Una volta incassato il verbale, il bolognese ha accettato di rientrare a casa in taxi.

 

Fonte: ilrestodelcarlino.it

 

 

 

 

 

 

Sabato, 27 Dicembre 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK