Martedì 11 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su

Molto limitato, appena lo 0,5, ma l’aumento biennale delle multe stradali sembra che arrivi col 1° gennaio 2015
Inascoltato l’appello dell’ASAPS a soprassedere
Costerà più la carta per stampare i nuovi Prontuari e Codici degli introiti...
Ma tanto gli agenti se li dovranno comprare di tasca loro!

(ASAPS) Sembra confermato  l’aumento biennale per le sanzioni al Codice della strada comunemente dette multe stradali,  E’ previsto un rincaro di appena lo 0,5%: si tratta  dell’aumento biennale più basso mai registrato dall’entrata in vigore del nuovo Codice della strada. I nuovi importi delle sanzioni che decorreranno dal prossimo 1° gennaio verranno stabiliti tramite un apposito decreto interministeriale applicando il consueto criterio dell’arrotondamento.
Proprio per la norma relativa all’arrotondamento molte sanzioni rimarranno tali e quali, mentre altre lieviteranno seppur di poco.
A titolo di esempio, una semplice contravvenzione per divieto di sosta resterà ancorata all’importo di 41 euro, e il mancato uso della cintura di sicurezza continuerà a essere punito con una sanzione di 80 euro. Per le multe “inflitte” dall’autovelox è invece previsto un aumento da 168 a 169, e quella dovuta alla mancata copertura assicurativa salirà da 841 a 845 euro.

Insomma l’appello dell’ASAPS perché rimanesse tutto congelato vista la limitatezza dell’importo e il periodo difficile che attraversa il Paese e anche il mondo della mobilità, pare proprio che rimanga inascoltato. Anche raschiare il fondo della pentola degli incassi per qualcuno è importante. Forse non si è voluto creare un precedente.

C’è da domandarsi se non si spenderà più nella carta per stampare i nuovi prontuari delle infrazioni con i nuovi importi rispetto a quello che incasseranno lo Stato e i comuni. Ma chi se ne importa tanto quelli -  i prontuari e codici -  se li devono poi pagare di tasca loro  gli agenti, se vogliono essere precisi e informati. (ASAPS)
 


TI PAREVA CHE RINUNCIASSERO’?  AUMENTO MOLTO LIMITATO, E SOLO PER ALCUNE SANZIONI, MA PER QUESTO ANCOR PIU’ INOPPORTUNO E RIDICOLO. (ASAPS)

Venerdì, 19 Dicembre 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK