Martedì 17 Maggio 2022
area riservata
ASAPS.it su

Incidente mortale a Costabissara: l'investitore era ubriaco

Gli esami hanno accertato che il conducente dell'auto che si è scontrata frontalmente con quella delle due vittime, madre e figlia, aveva un tasso alcolemico il doppio del consentito
L'auto delle vittime

Aveva un tasso etilico oltre il doppio del consentito, A.P., 43 anni, di Isola Vicentina, l'uomo che, a Motta, lungo la provinciale 46,  si è schiantato frontalmente contro un'altra auto, causando la morte di Ada Francesca Buccino e della figlia Maria Rosaria Grisolia. Ora rischia 15 anni di carcere.

>LE FOTO DELL'INCIDENTE

>LA CRONACA DELL'INCIDENTE

l dato è emerso dopo i rilievi della polizia locale e del personale medico, come da prassi. Secondo quanto riferisce Il Giornale di Vicenza, il tragico epilogo di una domenica pomeriggio in famiglia sarebbe stato causato da un sorpasso azzardato, dettato dallo stato di ebrezza. Sia l'accusato, che si trovava in macchina con la moglie e i due figli, sia le vittime avevano trascorso il pranzo con dei parenti. Poi, il ritorno a casa per A.P. e un giro in auto con il nipotino. Ma, alle 16 e 50, due vite sono state troncate ed è stata segnata in modo indissolubile quella di molte altre.

da vicenzatoday.it


Lui, l’omicida che ha ucciso due donne, mamma e figlia,  era ubriaco. Ma i dati Istat del 2014 non ce lo diranno! E l’Omicidio stradale? E’ in parcheggio!! (ASAPS)

 

 

 

Mercoledì, 26 Novembre 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK