Giovedì 18 Luglio 2019
area riservata
ASAPS.it su

Alla Lombardia il record negativo per numero di giovani fra le vittime d’incidente stradale

Nel 2013 si sono registrati oltre 46 mila incidenti, con altrettanti feriti e 422 persone che hanno perso la vita.

«La Lombardia? la Regione d'Italia in cui gli incidenti stradali fanno registrare il numero maggiore di vittime tra i conducenti d'auto d'età compresa fra i 18 e i 25 anni. Su questo dato credo proprio sia necessaria un'attenta riflessione perché stiamo parlando, soprattutto, delle giovani vittime del sabato sera». Mario Mantovani, vice presidente e assessore alla Salute di Regione Lombardia citando con preoccupazione questo dato ha aperto i lavori del convegno “Le vittime di incidenti stradali: i sopravvissuti con disabilità acquisita” che si è concluso nella serata di ieri nella sala Pirelli di Palazzo Pirelli a Milano. L'iniziativa ? stata promossa dall'AIVIS, Associazione Italiana Vittime e infortuni della strada Onlus, in collaborazione con il Consiglio di Regione Lombardia e l'organizzazione di un gruppo consiliare di maggioranza del Consiglio Regionale.

Nel 2013 5 mila morti
- Nel suo intervento Mario Mantovani ha inoltre ricordato che nel 2013 «in Lombardia si sono registrati ben oltre 46 mila incidenti, con altrettanti feriti e 422 persone che hanno perso la vita. Guardando, invece, i dati nazionali si può dire che ogni anno in Italia scompare un Paese di 5 mila persone. Questo è l'allarmante numero di vittime della strada nel nostro Paese».

App per soccorsi tempestivi - Il vice presidente Mantovani ha affrontato varie tematiche sanitarie legate alla sicurezza stradale, tra le quali quella della prevenzione e della tempestività dei soccorsi. L'assessore alla Salute ha mostrato e spiegato l'utilità dell'App di Areu, scaricabile sui telefoni cellulari, «è una ulteriore garanzia di soccorso più tempestivo. L'App, permette, infatti, - ha aggiunto Mantovani - di localizzare con precisione chi ne fa ricorso chiedendo l'intervento del numero unico dell'emergenza 112». La serata dedicata alla "Giornata Mondiale del Ricordo delle Vittime della Strada" ha visto l'adesione e la partecipazione di numerose autorità tra le quali i due consiglieri regionali Daniela Maroni e Antonio Saggese.

Ogni anno 20 mila invalidi - Quest'ultimo ha infatti ricordato che «In occasione della giornata del ricordo delle vittime della strada, che si celebra ogni terza domenica del mese di novembre, abbiamo ritenuto opportuno ricordare non solo le milioni di persone che sono rimaste vittime di incidenti stradali, ma anche parlare di coloro che sono sopravvissuti: ogni anno sono 30 mila i feriti e 20 mila coloro i quali riportano danni permanenti».

 

da resegoneonline.it

 

 

Lunedì, 17 Novembre 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK