Sabato 19 Ottobre 2019
area riservata
ASAPS.it su

L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DELL’ESSERE... UN VELOCIPEDE

di Giovanni Fontana*
Foto di repertorio dalla rete

Solitamente, si pensa che sono i "giovinastri" a chiedere, a meccanici e simili, di rimuovere i c.d. "fermi" del ciclomotore. Poi, gli stessi meccanici, sono i testimoni indiscussi di una realtà ben diversa da quella immaginata dove, spesso, non sono i quattordicenni, ma i loro genitori ad insistere sulla necessità di procedere alla "regolarizzazione" tecnica del ciclomotore, giacché il contenimento della velocità sviluppata - a loro dire - danneggerebbe il ciclo... motore, appunto.Ma sono questi stessi adulti (in particolare, quelli più avanti negli anni) che, per altro verso, chiedono al cicloriparatore di turno, di non essere semplicemente assistiti nella loro pedalata ma, piuttosto, di fare in modo che la loro bicicletta sia, per intero, assistita da un motore elettrico: ciò facendo, esigono che un velocipede sia trasformato in un ciclomotore, con tutto ciò che ne consegue...

 


>LEGGI L'ARTICOLO

 

 

 

da il Centauro n. 178

 

 

 

 

 

Giovedì, 16 Ottobre 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK