Mercoledì 23 Ottobre 2019
area riservata
ASAPS.it su

AUTOVELOX E MULTE
Prevenzione degli incidenti o introiti tributari?

di Ugo Terracciano*
Foto di repertorio dalla rete

Prima regola vietato guidare a forte velocità. Seconda, chi corre troppo rischia la vita. E che cos’è in definitiva un incidente, se non il conflitto spazio-temporale tra due veicoli che cercano di occupare un dato spazio nel medesimo istante?
Più velocità, impatto più violento: conseguenze disastrose. Quindi, questo comportamento pericoloso deve essere scoraggiato. Ecco che gli Enti impongono in maniera molto prudenziale i limiti di velocità sulle strade (50Km/h a prescindere, ovvero il “minimo sindacale”, a scanso di problemi e responsabilità).
L’automobilista percepisce i limiti come troppo bassi e così spesso li infrange sotto l’occhio elettronico che lo fotografa e lo sanziona.


>LEGGI L'ARTICOLO

 

da il Centauro n. 178

 

 

 

 

 

Venerdì, 03 Ottobre 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK