Venerdì 20 Maggio 2022
area riservata
ASAPS.it su
Pirateria , Notizie brevi 11/09/2014

Tamponata da un'auto pirata a Marina Romea, Elena Zanzi non ce l'ha fatta

Il dramma si è consumato nel cuore della nottata tra venerdì e sabato sul rettilineo che collega Marina Romea a Porto Corsini
Foto Massimo Argnani

Non ce l'ha fatta Elena Zanzi, la 44enne rimasta gravemente ferita nell'incidente stradale innescato da un 53enne di Raiano (L'Aquila), residente a Marina Romea, rintracciato dopo essersi dato alla fuga a piedi. Il dramma si è consumato nel cuore della nottata tra venerdì e sabato sul rettilineo che collega Marina Romea a Porto Corsini. All'altezza dell'intersezione della strada che porta al maneggio "Cavallo Felice", la Bmw 520 sulla quale viaggiava il 'pirata', ha tamponato violentemente una "Honda Jazz" con cinque persone a bordo.

 

La piccola utilitaria è stata dapprima scaraventata sulla destra, per poi rientrare nella sede stradale. L'urto è stato violentissimo tanto che la 44enne è stata sbalzata fuori dal mezzo. Le sue condizioni si sono rivelate subito gravissime, e i sanitari del 118 giunti sul posto con 4 ambulanze e l'auto col medico a bordo l'hanno rianimata sul posto per poi trasportarla con il codice di massima urgenza prima all'ospedale di Ravenna e poi al trauma center del Bufalini di Cesena. Ricoverata nel reparto di Rianimazione con gravi lesioni alla colonna vertebrale e alla tesa, dopo cinque giorni di agonia è deceduta. Gli altri 4 occupanti dell'Honda Jazz (due donne di 28 anni, una di 44 anni e un uomo di 31) hanno fortunatamente riportato solo ferite di lievi entità.

 

> LE IMMAGINI DELL'INCIDENTE

 

Dopo l'urto l'auto 'tamponatrice', invece di fermarsi a prestare soccorso è fuggita in direzione Ravenna. Il 53enne è arrivato fino alla grande rotonda di Porto Corsini: qui, dopo che l'auto ha alzato bandiera bianca, ha abbandonato il mezzo sulla carreggiata ed è fuggito a piedi. Le forze dell'ordine si sono messe subito alla ricerca del pirata. A rintracciarlo sono stati i Carabinieri, che l'hanno tratto in arresto: ora, oltre che di omissione di soccorso e fuga da incidente, dovrà rispondere anche di omicidio colposo. Dalle prime analisi alcolemiche il 53enne, ricoverato al nosocomio ravennate, non e' risultato ubriaco. Si sta ancora attendendo il responso delle analisi tossicologiche.

 

 

da ravennatoday.it

 


 

 

Il triste epilogo della pirateria dello scorso fine settimana. Sono già oltre 70 le vittime di pirati da inizio anno. (ASAPS)

 

 

 

 

 

 

 

Giovedì, 11 Settembre 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK