Giovedì 17 Ottobre 2019
area riservata
ASAPS.it su
Sbirri Pikkiati , Notizie brevi ,... 08/09/2014

Ubriaco travolge ciclista: picchia un agente e tenta di accoltellarlo

Serata di follia mercoledì per un 30enne di Musile che ha causato due incidenti per poi continuare il suo show di fronte alla polizia municipale
Il coltello sequestrato dalle forze dell'ordine

Non solo un pugno al volto, ma anche alcuni fendenti di coltello fortunatamente andati a vuoto. Un agente della polizia provinciale mercoledì sera se l'è vista davvero brutta: poco prima delle 22, infatti, è intervenuto come testimone oculare per riportare la calma dopo un incidente causato da una Peugeot 306 che in retromarcia aveva travolto un 34enne di Jesolo che pedalava in bicicletta in direzione del faro. Lo schianto in via Vicenza, all'incrocio con via Oriani (la strada percorsa in retro da un 30enne di Musile di Piave). Quest'ultimo era molto su di giri, al punto da colpire con un volto l'agente fuori servizio facendogli cadere a terra gli occhiali e minacciarlo con un coltello, i cui fendenti non sono andati a segno.

 

Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia municipale, che subito hanno invitato il 30enne a sottoporsi all'alcoltest. Il suo alito e il suo comportamento non lasciavano dubbi. Ma l'automobilista non aveva alcuna intenzione di farsi incastrare, facendo resistenza. Ma non riusciva nemmeno a stare in piedi: in quegli istanti all'improvviso ha perso l'equilibrio ed è caduto a terra, necessitando quindi di un intervento di un'ambulanza. Ma nemmeno di fronte ai sanitari ha reso la serata più semplice alle forze dell'ordine: niente prelievo per accertare lo stato di ubriachezza. Poco prima, tra l'altro, l'ubriaco aveva cozzato contro un'altra auto in sosta vietata all'altezza di piazza Mazzini. Sgommava e si lanciava in manovre poco "canoniche", finché sempre in retromarcia non ha impattato contro il veicolo fermo a lato strada.

 

Per lui inevitabile il ritiro della patente da uno a quattro anni e il sequestro della Peugeot ai fini della confisca. E' stato denunciato per rifiuto di sottoporsi all'alcoltest, aggravato dal fatto che ha causato un incidente stradale (per il quale rischia una multa da 3mila a 12mila euro e l'arresto da uno a due anni). Inoltre è stato denunciato anche per minacce, con l'aggravante di aver fatto uso di un coltello dalla lama di 17 centimetri poi sequestrato dagli agenti. Per questa fattispecie di reato rischia l'arresto fino a un anno.

 

da veneziatoday.it

 


 

Gli incontri che si fanno sulla strada. (ASAPS)

 

 

 

 

Lunedì, 08 Settembre 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK