Giovedì 26 Novembre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 05/08/2014

Polizia Stradale Modena
In 10 giorni fermati 12 camionisti con il cronotachigrafo alterato: nel cuore dell’estate (si fa per dire) e dell’esodo  preoccupano i “taroccamenti”

Foto Coraggio© - Archivio Asaps

(ASAPS) In attesa del grande lavoro sulle strade delle ferie previsto per il primo fine settimana di agosto, gli uomini della Polizia Stradale di Modena hanno sferrato un importante colpo contro il fenomeno del taroccamento dei cronotachigrafi, pericoloso  e ormai molto noto  stratagemma utilizzato dai conducenti dei grossi veicoli per il trasporto di persone e cose.

 

In dieci giorni gli uomini della Stradale della Sottosezione comandata da Giancarlo Alberti hanno infatti scoperto 12 magneti utilizzati per bloccare il cronotachigrafo e alterare, così, i tempi di guida e le soste obbligatorie permettendo, in ragione e nel nome della fretta  conseguente alla crisi di lavoro, di effettuare illegalmente estenuanti turni al volante con tutte le pericolose conseguenze che il fatto comporta.
Non bastassero infatti veicoli privi di revisioni, con pneumatici e sistemi frenanti a volte fatiscenti, questa organizzazione illegale del lavoro merita una attenzione particolare che solo gli uomini in divisa sulle strade può offrire in favore di una maggiore sicurezza.

 

I numeri prodotti dalla Stradale di Modena, 12 magneti in 10 giorni, parlano chiaro. Come evidenziato anche dall’ASAPS attraverso le informazioni presenti nella Enciclopedia dei Cronotarocchi, questo problema deve essere assolutamente affrontato con una capillare attenzione attraverso controlli su strada da parte delle varie forze di Polizia da effettuarsi sistematicamente e in numero maggiore rispetto a quelli che mezzi e forze allo stato attuale permettono. (ASAPS)

 


 

A Modena con i crono taroccati non si passa! (ASAPS)

 

 

 

 

 

 

Martedì, 05 Agosto 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK