Martedì 15 Ottobre 2019
area riservata
ASAPS.it su

Un tema di fondamentale importanza per l’effettivo contrasto alla criminalità ambientale in materia di trasporto e traffico illeciti di rifiuti
Confisca obbligatoria dei mezzi utilizzati per il trasporto illecito dei rifiuti senza
iscrizione all’Albo: la strategia di intestarei veicoli a terzi
(“teste di paglia”) per continuarea delinquere “in nero”…

a cura del Dott. Maurizio Santoloci*
Foto di repertorio dalla rete

Nel complesso quadro delle strategie di contrasto alla criminalità ambientale che opera nel trasporto e nel traffico illecito di rifiuti, attività dinamiche storicamente anticamere di smaltimenti illegali di ogni tipo fino ai pericolosi e micidiali sotterramenti dei rifiuti pericolosi, un posto di assoluto e primario rilievo occupano le posizioni dei soggetti che trasportano rifiuti di ogni tipo senza essere iscritti all’Albo Nazionale Gestori Ambientali. La mancata iscrizione all’Albo è un fatto straordinariamente sostanziale, ed è un (necessario) elemento presupposto per garantire un’attività da sempre e per sempre “in nero” ed invisibile per chi trasporta rifiuti (anche pericolosi) sotto ogni profilo.

 

 

>LEGGI L'ARTICOLO

 


da il Centauro n. 176

 

 

 

 

 

 

Giovedì, 31 Luglio 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK