Giovedì 17 Ottobre 2019
area riservata
ASAPS.it su

Svizzera
Upi, ciclisti: cala l'uso del casco, anche da parte dei bimbi

Foto di repertorio dalla rete

Chi va in bicicletta usa di meno il casco: nel 2014 il 43% dei ciclisti lo indossava contro il 46% dell'anno precedente. La tendenza è negativa anche per i bambini e i giovani fino a 14 anni: la percentuale è scesa dal 63% al 60%. Nel 2012 era del 68%. Ciò è preoccupante perché la loro mancanza di esperienza li espone ad un maggiore rischio, specifica l'Ufficio prevenzione infortuni (upi) in una nota presentando i risultati del censimento di quest'anno.

 

Il calo generale è da ricondurre sopratutto agli uomini tra i 33 e i 44 anni. Chi usa le biciclette elettriche è invece più coscienzioso. Nonostante anche questo tasso sia in diminuzione, esso raggiunge comunque il 69% (2013: 74%). L'obbligo di portare il casco sulle e-bike veloci (con pedalata assistita dai 25 ai 45 km/h) introdotto nel 2012 ha portato all'incremento della percentuale d'uso fino all'89%.

 

"Il Consiglio federale raccomanda, in linea con l'upi, di indossare comunque e sempre un casco omologato EN 1078", aggiunge il comunicato. Per garantire la massima sicurezza la protezione deve calzare perfettamente: due dita traverse devono stare tra la radice del naso e il casco, lo spazio di un dito invece tra mento e sottogola e i passanti laterali devono essere ugualmente tesi, specifica l'upi.

 

 

da ticinonews.ch

 

 

 

 

Lunedì, 14 Luglio 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK