Martedì 19 Ottobre 2021
area riservata
ASAPS.it su

Depenalizzazione – Accertamento delle violazioni amministrative – Contestazione – Non immediata – Omessa comunicazione dei dati ex art. 126 bis, comma 2 c.s. – Da parte del proprietario del veicolo responsabile della violazione – Pagamento dell’importo dela sanzione pecuniaria – Buona fede del proprietario del veicolo – Sussistenza – Applicazione della ulteriore sanzione di cui all’art. 180, comma 8, c.s. – Esclusione.

(Giudice di Pace Civile di Parma, 10 gennaio 2007, n. 3750)

Non vi è motivo di escludere la buona fede del ricorrente – proprietario dell’autovettura – qualora, pur non comunicando in tempo utile i dati richiesti dall’art. 126 bis, comma 2, c.s., in seguito a rilevazione con Autovelox non contestata immediatamente, abbia provveduto a versare regolarmente l’importo della sanzione pecuniaria e comunicato, in corso di opposizione a sanzione elevata ex artt. 126 bis e 180 c.s., i dati della propria patente di guida ai fini della decurtazione dei punti.

 

 

 

 

 

 

 

Mercoledì, 10 Gennaio 2007
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK