Domenica 09 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi , News 31/05/2014

Amaro (Ud)
5 RUMENI ARRESTATI IN FLAGRANZA DI REATO PER FURTO AGGRAVATO E POSSESSO DI ARNESI ATTI ALLO SCASSO
 

(ASAPS) Pensavano di farla franca dopo l’ennesimo colpo portato a segno.
Ma questa volta, 5 uomini, di nazionalità romena, avevano fatto male i conti e non  hanno pensato  alla Polizia Stradale di Amaro (Ud), in servizio sull’autostrada A23.
Ed infatti, a seguito di un segnalazione per furto con scasso pervenuta presso la Sottosezione autostradale, con la quale veniva segnalato che in località Chiusaforte (Ud), un trattore agricolo era stato danneggiato e che dallo stesso erano stati asportati circa circa 100 litri di gasolio e la batteria, nella nottata di ieri, una pattuglia del medesimo reparto, allertata di quanto era accaduto, in prossimità di Amaro individua un’autovettura Mercedes, con 5 persone a bordo.
I due pattuglianti decidono di procedere al controllo sia del veicolo che dei suoi occupanti.
E dal controllo generico del mezzo è emerso anche nel bagagliaio erano presenti alcune taniche contenenti appunto gasolio per circa 100 litri, una batteria e ad alcuni grimaldelli; arnesi, questi ultimi, notoriamente destinati allo scasso.
Condotti presso la Sottosezione di Amaro, venivano immediatamente svolti i primi accertamenti dai quali emergeva che i 5 stranieri, dopo avere scavalcato la rete autostradale, si erano portati all’interno di un’azienda agricola del luogo e, dopo averlo danneggiato, ne avevano asportato sia la batteria che il gasolio, riprendendo poi il viaggio verso Udine a bordo della Mercedes.
Configurandosi la quasi fragranza del reato, i 5 romeni venivano dichiarati in arresto per furto aggravato in concorso e per possesso di  arnesi atto allo scasso.
Nella stessa mattinata N.V., risultato il conducente della Mercedes, P.A., A.D.M., S.M. e R.L. venivano processati per direttissima e, dopo la convalida degli arresti, visti i precedenti penali a loro carico, il giudice del Tribunale di Udine ne disponeva la custodia cautelare in carcere. (ASAPS)

 



 

Sabato, 31 Maggio 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK