Mercoledì 24 Luglio 2024
area riservata
ASAPS.it su
Salvataggi , Notizie brevi 21/05/2014

"Siamo sul lastrico", intera famiglia tenta il suicidio a Catania
Una coppia di sessantenni e il figlio di 34 anni salvati dagli agenti della Polizia Stradale

Catania.Volevano suicidarsi tutti insieme, porre fine alla disperazione di una vita quotidiana massacrata dalla crisi economica. Un’intera famiglia – i due genitori sessantenni e un figlio trentenne- è stata salvata dal suicidio nella tangenziale di Catania, dalla Polstrada alle 3,20 di lunedì mattina. Per gli agenti si è trattato di un fortunato colpo d'intuito: la pattuglia si trovava nell’area di servizio Esso in direzione di marcia Siracusa- Messina, quando non ha potuto fare a meno di notare una “Ford KA” che accelerava e decelerava violentemente. Manovre decisamente sospette, fermate al volo dagli agenti che sono riusciti a fermare l’auto per il controllo. Ma il guidatore (che ha appena fatto in tempo a dire di aver dimenticato i documenti a casa) si è subito lanciato fuori dall’auto, divincolandosi dai poliziotti e lanciandosi verso la corsia di sorpasso gridando: “ La faccio finita, mi voglio ammazzare”.

 

L’uomo è stato fermato e bloccato poco prima che venisse raggiunto da un autoarticolato. Nel frattempo, gli altri due agenti erano alle prese con la moglie e il figlio dell’uomo, rimasti in auto, ma anch’essi in preda all’agitazione e minacciando di togliersi la vita. L’intera famiglia è stata bloccata, non senza difficoltà, sino all’arrivo del 118. Nell’auto sono state trovate una tanica di benzina vuota ed una bombola di gas di circa 15 chili, piena a metà. Dallo sfogo disperato dei tre, in attesa dei soccorsi, gli agenti hanno appreso le reali intenzioni della famiglia: riempire la tanica con la benzina del rifornimento e tentare il gesto estremo, tutti insieme. Dopo i primi soccorsi del 118, la famiglia è stata trasportata all’ospedale “Vittorio Emanuele” di Catania.

 

di Rosa Maria Di Natale
da palermo.repubblica.it
 





 La morsa della crisi porta a questo. Gli agenti hanno fatto in tempo. Bravi. (ASAPS)

 

 

 

 

 



 

Mercoledì, 21 Maggio 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK