Martedì 16 Luglio 2019
area riservata
ASAPS.it su

LITI STRADALI, LA “ROAD RAGE” ED I CASI DI ORDINARIA AGGRESSIVITA’ AL VOLANTE
Il 50% degli automobilisti è stato coinvolto almeno una volta in una lite stradale, ma solo il 14% si è pentito

di Ugo Terracciano*

C'è chi per una mancata precedenza insegue il trasgressore e lo punisce a calci e pugni. Chi nel parcheggio, per un posto auto sottratto con destrezza all’ultimo momento, scende e passa alle vie di fatto aggredendo fisicamente il “furbetto stradale”. C’è l’automobilista che dopo l’incidente, spaventato dalla reazione furiosa della controparte scappa anche a costo di un’accusa di omissione di soccorso.
C’è anche chi, e purtroppo non è un modo di dire, in una lite stradale perde la vita.

E’ successo a Lecce cinque primavere fa, e lo strascico giudiziario è giunto all’atto finale solo quest’anno con la sentenza della Cassazione n. 19226 del 3 maggio 2013...

 

>LEGGI L'ARTICOLO

 

da il Centauro n. 174

 


 

Eventi sempre più frequenti e violenti. (ASAPS)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mercoledì, 14 Maggio 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK