Venerdì 21 Febbraio 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 30/04/2014

Sottosezione Polizia Stradale Pontremoli (MS)
Scoperto un altro metodo per taroccare il cronotachigrafo digitale

Per l’eventuale pubblicazione sul sito dell’Associazione, al fine di agevolare i controlli degli operatori di polizia stradale in merito alle alterazioni in materia di cronotachigrafo digitale, vi trasmetto una serie di fotogrammi, relativi ad un controllo esperito in data 29.04.2014 da parte di una pattuglia di questa Sottosezione ed al rinvenimento, al di sotto della pedana avvitata sopra al motore del trattore stradale, del dispositivo meccanico evidenziato nei fotogrammi.
In particolare trattasi di una sorta di astina dell’olio, utilizzata di prassi per i controllo dei livelli sui veicoli, modificata, ricurva e passante all’interno di un tubo di rame.
La parte iniziale dell’asta , formata da un anello e fuoriuscente dalla pedana, consentiva al conducente con una semplice pressione, di spingere la parte finale della stessa formata da una calamita, contro il bulbo del cambio, affinché il magnete, andasse ad annullare l’azione regolare del cronotachigrafo digitale collocando il conducente a riposo anziché alla guida come accertato all’atto del controllo.
Per quanto sopra, il controllo effettuato sull’Autostrada A/15 comportava a carico del conducente la contestazione di cui all’articolo 179 del Codice della Strada, come a carico della ditta della provincia di Latina.
Il congegno meccanico, installato per l’alterazione, veniva sottoposto a sequestro amministrativo.

 

 

 


 

Il Comandante della Sottosezione
Ispettore Capo Gianluigi DE PADOVA

 

 


 

 

Continua con successo la caccia al trucco. Ma quanti sono! (ASAPS)

 

 

 

Mercoledì, 30 Aprile 2014
stampa
Tag: Asaps.it.
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK