Mercoledì 08 Aprile 2020
area riservata
ASAPS.it su

Ubriaco alla guida, si schianta e cerca di “taroccare” gli esami delle urine

Ritirata la patente al giovane ferito nell’incidente con un amico

Diano d’Alba - Secondo la ricostruzione dei carabinieri, F.N., 20 anni, abitante in paese, ha perso il controllo dell’auto mentre rientrava a casa nel cuore della notte, sfondando la porta di un garage. Nello schianto, il giovane e uno dei due amici trasportati hanno riportato lesioni importanti: entrambi sono stati trasportati all’ospedale ad Alba. I carabinieri hanno chiesto ai sanitari di fare gli esami al conducente per accertare se vi fossero tracce di stupefacenti o alcol nelle urine e nel sangue.

 

Il dianese, solo dopo un lungo tergiversare, ha acconsentito a sottoporsi al test delle urine, ma durante l’operazione, ha tentato maldestramente di allungare il campione di urine appena raccolto con acqua corrente, nella convinzione che questo sarebbe stato sufficiente per fornire dei valori attenuati. 

 

L’escamotage però non è passato inosservato sia ai carabinieri, sia all’infermiera che si è immediatamente accorta della temperatura eccessivamente bassa del campione. Oltre che al ritiro immediato della patente, il giovane dovrà rispondere quindi anche del rifiuto dell’accertamento, che prevede sanzioni ancor più gravi dell’essere colti in stato di ebbrezza.

 

Nel frattempo, nella notte, l’altro ferito nell’incidente, un giovane di Montelupo Albese, è stato trasportato all’ospedale di Cuneo per essere sottoposto a un intervento di chirurgia maxillo-facciale. Nessuno dei coinvolti è grave.

 

 

 

di Cristina Borgogno
da lastampa.it del 24 aprile 2014

 

 

 

 

 

 

Mercoledì, 30 Aprile 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK