Venerdì 18 Ottobre 2019
area riservata
ASAPS.it su

Armi non letali o strumenti di difesa per le forze di Polizia
Una realtà consolidata per molti Stati, un traguardo apparentemente vicino per l’Italia

di Stefano Bravi*
Poliziotta Svedese con Baton estensibile ASP

Oggi giorno ci sono molti strumenti a disposizione delle forze dell’ordine, studiati e progettati al fine di agevolarle nelle attività di controllo e contrasto di soggetti non collaborativi.
Attualmente la maggior parte degli agenti di Polizia in Italia viene chiamata ad affrontare interventi complessi avendo a disposizione la loro motivazione, la loro preparazione, il loro bagaglio professionale, le loro capacità fisiche e la loro arma di servizio individuale. Nel vasto mondo delle forze di law – enforcement si annoverano innumerevoli esempi di soluzione alternative che consentono oramai a quasi tutte le polizie europee, per non parlare di quelle americane, di disporre di una vasta gamma
di strumenti non letali che vanno a colmare il buco che vi è tra la forza fisica e l’uso di una arma da fuoco. Ecco allora che al centro di questa immaginaria gamma di soluzioni si trova un congruo numero di strumenti e tecnologie, che la maggior parte delle forze dell’ordine del mondo moderno ha in dotazione. Questi strumenti sono chiamati “armi meno letali” o meglio “armi non letali”.


>LEGGI L'ARTICOLO

 

da il Centauro n. 174

 

 

 

Mercoledì, 23 Aprile 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK