Sabato 01 Ottobre 2022
area riservata
ASAPS.it su
Salvataggi 14/04/2014

UN FINE SETTIMANA DI SALVATAGGI DIVISE ALL'OPERA PER SALVARE VITE. TANTI I TENTATIVI DI SUICIDIO

(ASAPS) Un fine settimana nel quale gli angeli in divisa hanno dovuto fare gli straordinari. Sei le vite salvate. 4 i tentati suicidi. Ecco a seguire la cronaca.

 


Danneggia auto posteggiando: sono una nullità vado a suicidarmi. Salvato dalla polizia

ANCONA 13.04.2014 - Ha provocato un incidente parcheggiando l'auto sotto casa e ha tentato di buttarsi nel vuoto. Lo ha salvato la Polizia, mentre già si sporgeva dalla torre degli ascensori pubblici del Passetto. E' successo stamattina verso le 5,30. Il ragazzo, 23 anni, era tornato da una serata nei locali e, parcheggiando, ha danneggiato alcune auto. Disperato, ha telefonato alla madre: vado a buttarmi dal Passetto. La donna ha chiamato immediatamente il 113. Nella zona panoramica di Ancona sono arrivate subito le Volanti della Questura. I poliziotti hanno notato il ragazzo che aveva già scavalcato la ringhiera e si protendeva da decine di metri di altezza sul precipizio a picco sulla spiaggia. Lo hanno raggiunto e bloccato. Poi, con l'aiuto dei vigili del fuoco e mille precauzioni, l'hanno portato in salvo. Un ambulanza del 118 ha poi portato il giovane all'ospedale di Torrette.


 
Fonte della notizia: ilmattino.it

 



 
Anziana colta da infarto al mercato La salvano i vigili urbani tra la folla
Una 74enne avrebbe accusato un malore per strada a San Stino di Livenza. A salvarla, il massaggio cardiaco della polizia

SAN STINO DI LIVENZA 13.04.2014 –  Si trovava al mercato di San Stino di Livenza, quando, d'un tratto, è stata colta da infarto sotto gli occhi della figlia e dei passanti. È successo qualche giorno fa. L'anziana di 74 anni sarebbe stata salvata, come riporta il Gazzettino, dall'intervento di una pattuglia di vigili urbani, che le avrebbe praticato il massaggio cardiaco, permettendole di resistere fino all'arrivo del 118.
IL SALVATAGGIO DEI VIGILI - Un malore improvviso durante una tranquilla passeggiata per il centro con la figlia. La 74enne, residente a Ferrara, si sarebbe accasciata al suolo intorno alle 10 del mattino. La folla presente alla scena ha attirato l'attenzione di una squadra della polizia locale, impegnata nel servizio di vigilanza del mercato. Immediato l'intervento dei vigili, che le hanno praticato un massaggio cardiopolmonare appreso durante un corso di "basic life support".
I SANITARI - Un massaggio durato 10 minuti, fino all'arrivo dei sanitari del pronto soccorso di Portogruaro, che hanno azionato il defibrillatore. Una scossa perché il cuore della donna riprendesse a battere. L'anziana è stata poi caricata, tra gli applausi dei presenti, e trasportata all'ospedale di San Donà di Piave. Condizioni serie, ma la 74enne sembrerebbe non essere in pericolo di vita. La donna è stata in seguito trasferita e trattenuta al reparto di Cardiologia dell'ospedale dell'Angelo di Mestre.
 


Fonte della notizia: veneziatoday.it

 



 
Riceve una cartella esattoriale, vuole impiccarsi: salvato dai carabinieri
E' successo a Luino, cittadina in provincia di Varese: i militari lo hanno salvato in extremis, aveva già il cappio al collo

VARESE 13.04.2014 - Era andato in un bosco per farla finita, ma prima aveva chiamato il 112. "Vado a impiccarmi", aveva detto ai militari, "perché ho ricevuto una cartella esattoriale da 10mila euro". L'uomo, un artigiano edile di 35 anni di Luino, in provincia di Varese, è stato salvato dai carabinieri in extremis. I militari, dopo la telefonata che annunciava il suicidio, hanno individuato la sua auto e lo hanno trovato già con il cappio al collo, privo di sensi. Uno di loro lo ha rianimato e gli uomini del 118 lo hanno portato in ospedale, da dove è già stato dimesso.



Fonte della notizia: today.it

 



 
Ascoli, poliziotti in soccorso di un anziano che minaccia suicidio

12.04.2014 - Nella serata di Venerdì 11 Aprile, la centrale Operativa della Questura di Milano ha contattato la Questura di Ascoli Piceno per segnalare una potenziale situazione di pericolo. Alla redazione della nota trasmissione televisiva "Striscia la notizia", infatti, è arrivata una mail al servizio "S.O.S. Gabibbo" in cui una persona ascolana, anticipando problematiche personali di natura economica, annunciava l'imminente proprio suicidio. Gli immediati accertamenti effettuati hanno consentito di individuare la persona in pericolo in un cittadno ascolano 69enne, residente nel popolare quartiere di Monticelli. Considerato il contenuto allarmante della notizia, personale della Squadra Volante della Polizia di Ascoli si è recato con sollecitudine presso l'abitazione dell'uomo in questione, al fine di verificarne le condizioni e porre rimedio ad eventuali situazioni emergenziali. Gli operatori hanno subito preso contatti con l'anziano signore, constatando un'effettiva situazione di disagio sociale dello stesso. La persona, afflitta da patologie mediche invalidanti, ha comunicato ai poliziotti di avere grossi problemi economici relativi al rinnovo della propria patente di guida, per lui indispensabile per la gestione delle sue cure e per i fabbisogni della famiglia. Ha aggiunto, inoltre, che in un momento di sconforto aveva anche pensato ad un gesto eclatante, finalizzato a rendere evidente la sua situazione di estrema indigenza. Gli operatori hanno posto in essere tutte le cautele possibili, colloquiando pacatamente con l'uomo e cercando di tranquillizzarlo, rappresentando la vicinanza dell'Istituzione Polizia di Stato e la piena disponibilità nel cercare di porre rimedio alle problematiche illustrate, con un invito a recarsi negli uffici della Questura per un'analisi dettagliata delle vicende narrate. Al termine dell'intervento il 69enne è apparso notevolmente sollevato e, ringraziando gli operatori di Volante per il tempestivo aiuto, ha rassicurato di non avere più alcuna intenzione autolesionistica.


 
Fonte della notizia: picenotime.it

 



 
Malore per un anziano: rianimato dai poliziotti
Gli agenti hanno applicato le tecniche BLS

SIENA 12.04.2014 - Un senese di 79 anni si è accasciato per strada, in via Stalloreggi, dopo essere sceso da casa per gettare il sacco dei rifiuti negli appositi contenitori. Pochi minuti dopo, fortunatamente, sono passati proprio da lì i poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, in servizio sul turno della mattina, che si stavano recando nella vicina Questura. Gli agenti, che fanno parte delle Squadre Volanti e sono stati tutti addestrati e formati per l’utilizzo delle tecniche di BLS, non hanno perso tempo. Per primo il capo turno, il sovrintendente Livio Marini, ha immediatamente cominciato a praticargli il massaggio cardiaco alternandosi con il collega, l’assistente Federico Gigli, mentre un terzo poliziotto, l’assistente Domenico Ronga, ha chiamato il 118, gestendo anche i problemi di viabilità che nel frattempo si erano venuti a creare, data l’ora, erano le 7.50 circa. L’uomo, che al momento dell’intervento dei poliziotti in suo soccorso non respirava più, aveva un colore violaceo e il battito cardiaco assente, dopo circa dieci minuti ha ripreso a dare segni di vita. Nel frattempo sono scesi di casa la moglie e il figlio, allertati da alcuni conoscenti. Entrambi hanno assistito alle pratiche di sostegno di base delle funzioni vitali del familiare che, una volta arrivati i sanitari del 118, sono proseguite per circa 40 minuti, mentre i medici si alternavano agli agenti con il massaggio cardiaco e le tecniche di rianimazione. All’uomo che, oltre ad avere un’età piuttosto avanzata, secondo quanto riferito dai congiunti, già da alcuni giorni soffriva di disturbi al cuore, sono state quindi praticate tutte le azioni di primo soccorso che gli hanno, almeno, consentito di arrivare al Pronto Soccorso dell’ospedale vivo, anche se al momento non è noto se riuscirà a salvarsi. Le sue condizioni restano purtroppo gravi. I poliziotti, accompagnati dal loro dirigente, vicequestore aggiunto Alessia Baiocchi, sono stati ricevuti, nella stessa mattinata di oggi, dal Questore Maurizio Piccolotti, che si è voluto complimentare personalmente per la professionalità con la quale hanno gestito l’emergenza e le operazioni di primo soccorso.
 


Fonte della notizia: ilcittadinoonline.it

 



 
Pensa al suicidio ma prima chiama la Polizia
Un giovane chiede aiuto e viene salvato

SIENA 11.04.2014 - Voleva suicidarsi, gettandosi sotto al treno, ma in un attimo di lucidità ritrovata ha chiesto aiuto e ha chiamato la Polizia. Nella sera di ieri (10 aprile) un giovane di 25 anni, originario della provincia di Frosinone, si è trovato, spaesato e frastornato, nei pressi della stazione ferroviaria di Siena, diretto a Firenze, forse dopo aver preso il treno sbagliato.Gli agenti delle Volanti della Questurasono subito intervenuti sul posto, e lo hanno rintracciato in stato di forte agitazione, dovuto a problemi personali e sentimentali.Il ragazzo è stato subito tranquillizzato e la pazienza e la serenità dei poliziotti lo hanno indotto ad aprirsi.Agli agenti ha spiegato di essere partito da Siracusa, per andare a trovare un amico residente a Firenze, e di essersi trovato nella nostra città per errore, tanto era stordito dallo stato depressivo e di malessere che stava attraversando a causa dei suoi pensieri, di aver quindi chiesto aiuto alla Polizia perché si sentiva solo, aggiungendo che se non fossero intervenuti i poliziotti avrebbe compiuto un gesto estremo per porre fine alle proprie sofferenze. Gli agenti, con molta calma e professionalità, hanno ascoltato la sua richiesta di aiuto dandogli tutto il conforto di cui aveva bisogno, convincendolo poi a recarsi in ospedale per le cure necessarie. Il giovane durante lo sfogo ha, infatti, riferito di avere anche problemi cardiaci. Una volta recatosi al Pronto soccorso, non è stato lasciato solo. Gli agenti del Posto di Polizia dell’ospedale lo hanno infatti “preso in carico” per indirizzarlo ai medici. A seguito delle prime cure il ragazzo è stato ricoverato nel reparto di psichiatria.


 
Fonte della notizia: ilcittadinoonline.it
 

 


 

 

Quanti interventi delle forze di polizia. Sei le vite salvate. Quattro i tentati suicidi. (ASAPS)

 

 

 

 

Lunedì, 14 Aprile 2014
stampa
Tag: Asaps.it.
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK