Mercoledì 12 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 01/09/2005

da Il Messaggero - L’auto si ribalta: muore a 10 anni sbalzato giù nel viadotto Non era legato al sedile posteriore

Da Il Messaggero
L’auto si ribalta: muore a 10 anni sbalzato giù nel viadotto Non era legato al sedile posteriore


ENNA - E appena qualche giorno fa un bambino di 10 anni ha perso la vita in un incidente stradale che si è verificato sull’A19 Palermo-Catania, nei pressi di Enna. Sono ancora gravi le condizioni della sorellina gemella, ricoverata all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta. Al volante c’era la madre, Graziella Tudisco, 45 anni, rimasta lievemente contusa.
L’auto, una Suzuki, ha strisciato il guard-rail e si è ribaltata su un fianco. I bambini erano sul sedile posteriore, senza cintura di sicurezza, mentre la madre l’aveva allacciata. Nell’urto il piccolo è stato sbalzato fuori dall’auto dal lunotto posteriore, volando per 18 metri dal viadotto. Trasferiti in elicottero a Caltanissetta, il bambino è giunto ancora vivo in ospedale, dove è spirato poco dopo. Le condizioni della sorella sono disperate. La polizia stradale di Enna, che ha compiuto i rilievi, sta cercando di stabilire le cause dell’incidente.
E in proposito l’Asaps (Associazione sostenitori della Polstrada) ricorda ai genitori «l’importante ruolo dei seggiolini di trattenuta dei bambini; soprattutto - spiega il presidente dell’Associazione, Giordano Biserni - ricordiamo l’ esempio che possono dare ai loro bambini utilizzando, come previsto, loro per primi anche le cinture di sicurezza posteriori. È l’esempio la più valida forma educativa».


Giovedì, 01 Settembre 2005
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK