Sabato 08 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 28/02/2014

Grosseto
Incidente stradale, grave ciclista: si era fermato a pregare sul cippo dove era morto il figlio

BRACCAGNI – Si erano appena fermati al cippo che ricorda il luogo dove è morto il ciclista Andrea Nencini, una tappa doverosa anche perché del gruppo di ciclisti amatoriali che stavano attraversando la campagna tra Grosseto e Roccastrada faceva parte anche Renzo Nencini, padre dello sfortunato ciclista maremmano.

 

Il gruppo, una decina di persone, è poi ripartito, ma sulla dritta dell’Olmini, subito dopo Braccagni, due dei ciclisti si sono agganciati, rovinando a terra. Il primo ha urtato una spalla e non ha riportato lesioni serie, mentre l’altro, Sergio Nencini, ha sbattuto violentemente la testa a terra perdendo conoscenza.

 

Il suo stato di salute ha impensierito gli amici che hanno chiamato i soccorsi: due ambulanze del 118 e della Croce rossa, i Vigili del fuoco, i Carabinieri e l’elisoccorso Pegaso su cui è stato caricato Nencini per essere trasportato all’ospedale Misericordia di Grosseto dove sono in corso accertamenti medici.

 

di Barbara Farnetani
da ilgiunco.net

 


 

Certo che la strada sa essere crudele come pochi posti al mondo. (ASAPS)

 

 

 

 

 

 

 

Venerdì, 28 Febbraio 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK