Sabato 15 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 26/02/2014

Mantova, moto travolta da un treno  al passaggio a livello: due morti
I centauri hanno cercato di attraversare i binari nonostante le sbarre fossero abbassate. Trenord: "Impossibile evitare impatto"

Due persone hanno perso la vita dopo che, in sella a una moto, hanno tentato di attraversare un passaggio a livello nonostante le sbarre fossero abbassate. Un treno, che viaggiava ad alta velocità, li ha travolti e uccisi. L'incidente è avvenuto intorno alle 16 sulla linea Milano-Mantova, all'altezza di Bozzolo, centro del Mantovano. Sul posto sono intervenuti gli uomini del 118, con l'elisoccorso, e i carabinieri.

 

Una delle due vittime è Riccardo Falchetti, 42enne di Goito (Mantova). In sella al motociclo, con lui, forse un amico. I due, che viaggiavano su una Yamaha FZ1, sono morti sul colpo.
La moto è stata centrata in pieno dal treno numero 2655 proveniente da Milano, partito dalla stazione centrale alle 14.10 e atteso a Mantova per le 16.10. Il macchinista si è trovato di fronte all'improvviso una Yamaha FZ1, il cui conducente probabilmente non ha calcolato le giuste distanze e ha cercato di oltrepassare le barriere già abbassate; il treno ha frenato ma non ha potuto evitare l'impatto. La moto e i due passeggeri sono stati scaraventati a diversi metri di distanza. "Impossibile per il macchinista evitare l'impatto", ha scritto Trenord in un comunicato.

 

Una scena agghiacciante si è presentata ai primi soccorritori, alcuni automobilisti fermi al passaggio a livello: i due corpi erano in una pozza di sangue, a diversi metri di distanza l'uno dall'altro; inutili le ambulanze e l'elisoccorso fatti convergere sul posto. Sul convoglio, tra passeggeri e personale, nessuno è rimasto ferito, ma lo shock per tutti è stato molto forte: i passeggeri hanno poi dovuto attendere qualche ora prima di essere trasferiti sui pullman e accompagnati alla vicina stazione di Bozzolo.

 

da tgcom24.mediaset.it

 

 

 

 

Mercoledì, 26 Febbraio 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK