Domenica 29 Novembre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 25/02/2014

L'associazione Lorenzo Guarnieri con Stefania e Stefano, ringrazia il premier Renzi per aver citato il loro Lorenzo, ormai diventato la bandiera sul pennone dell'Omicidio stradale

Siamo contenti che il presidente Renzi abbia citato il caso di nostro figlio Lorenzo, ucciso a Firenze a soli 17 anni da un criminale alla guida nel 2010. Lo ringraziamo per questo e per quanto ha fatto e farà per ridurre la violenza stradale in questo paese. 

 

Di casi come il nostro purtroppo ce ne sono migliaia ogni anno nel nostro Paese e TUTTI rimangono completamente impuniti. Uccidere sulla strada fino ad oggi è stato il delitto perfetto. Il reato di omicidio stradale, con pene giuste e certe, serve perché le vittime hanno diritto a avere giustizia e per prevenire che certi reati avvengano ancora. Gli omicidi sulla strada vanno puniti in quanto omicidi, dando alla vita il valore che ha. Non si possono equiparare ad un furto di un portafoglio in un autobus. Solo in questo modo si potranno prevenire altre violenze.

 

Renzi è stato il primo firmatario della proposta di legge,  che stiamo portando avanti insieme all'ASAPS e all'Associazione Gabriele Borgogni dal 2011. Siamo fiduciosi che questo governo potrà rapidamente introdurre l'omicidio stradale, colmando una lacuna del nostro codice penale non più accettabile dai cittadini.

 

La famiglia di Lorenzo Guarnieri

 

> Renzi: per la prima volta nella storia repubblicana, gli incidenti sulla strada sono una priorità del governo
Per l’ASAPS è il coronamento di un impegno ultraventennale: la strada verso l’omicidio stradale è spianata

 

> GOVERNO
Renzi: «La sicurezza stradale è una priorità»
Il neopresidente del Consiglio, in Senato, ricorda l’incidente in cui perse la vita un ragazzo di Firenze. Biserni: «Novità incoraggiante»

da corriere.it

 

> Gli incidenti stradali una priorità del governo
Per la prima volta nella storia repubblicana un presidente del consiglio porta il tema fra le priorità del governo
Strada verso l’omicidio stradale è spianata

di Vincenzo Borgomeo
da epubblica.it/motori

 

Martedì, 25 Febbraio 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK