Martedì 20 Ottobre 2020
area riservata
ASAPS.it su
NEWS CONTROMANO 17/02/2014

Camion in contromano per 4 km sull’A7: fermato da Polizia e automobilisti (video)

Un fotogramma del video

> GUARDA IL VIDEO

 

Genova. Minuti di terrore venerdì notte sull’A7. Un camionista ungherese di 38 anni cercava un posto dove dormire. Proveniva da Milano e stava scendendo giù dalla A/7 in direzione di Genova.

 

Ha scovato una piazzola, senza rispettare il divieto di accesso e tutta la segnaletica posta ad impedire che i veicoli accedano a quel passaggio. Il tratto di strada ovvero congiunge le due carreggiate autostradali, quella che va verso Genova con quella che va verso Milano.

Il camionista si metteva così a riposare in quella che era sì una piazzola, ma riservata al traffico diretto a nord, verso Milano.

 

Verso le otto di mattina l’ungherese, nel riprendere il suo viaggio, ha commesso un grave errore: uscendo dalla piazzola ha tenuto la destra (sulla corsia di sorpasso quindi), iniziava a scendere verso Genova in contromano.Le immediate ed allarmate telefonate di chi lo incrociava facevano scattare l’emergenza nelle sale radio di Polizia Stradale e Autostrade per l’Italia. Questi ultimi avvertivano gli automobilisti segnalando sui pannelli a messaggio variabile il pericolo, mentre due pattuglie della Polizia Stradale di Genova Sampierdarena si organizzavano.

 

A quel punto le due pattuglie mettevano in atto il dispositivo: una si portava dietro il traffico da Bolzaneto, a mò di Safety Car, mentre l’altra accelerava cercando di intercettare e possibilmente fermare quel bisonte della strada che stava arrivando.
Alla vista dei lampeggianti il conducente fermava il suo autoarticolato. Il problema ora per la Polizia Stradale era che costui aveva già percorso in contromano circa quattro chilometri e lungo quel tortuoso tratto non vi era possibilità di far girare, per riportarlo nella giusta direzione di marcia, un veicolo di quelle dimensioni.

 

Quattro chilometri in retromarcia non devono essere stati cosa facile per quell’autista, soprattutto con una pattuglia della Polizia Stradale ad incalzarlo con fari e lampeggianti, ma finalmente dopo circa venti minuti il singolare convoglio riguadagnava la piazzola di sosta da cui era partito il mezzo pesante.
La sanzione in questi casi oscilla tra i € 1988 ed i € 7953 e prevede il fermo del veicolo ed il ritiro dei documenti.

 

da genova24.it

 


 

 Anche questo giro è andata bene. Complimenti agli agenti. (ASAPS)

 

 

 

Lunedì, 17 Febbraio 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK