Mercoledì 01 Dicembre 2021
area riservata
ASAPS.it su

Castelnovo Monti: strada chiusa, prende a morsi l'agente
Arrestato G. P., 55 anni di Villa Minozzo. Per la vigilessa prognosi di tre settimane

Foto di repertorio dalla rete

CASTELNOVO MONTI (Reggio Emilia) - Un cittadino di Villa Minozzo, il 55enne G. P., è stato arrestato dopo aver aggredito in strada un'agente di polizia municipale. Il tutto è accaduto giovedì scorso tra via Don Bosco e via Fontanaguida, zona chiusa al traffico per un paio di ore per permettere l'effettuazione di alcuni rilievi sismici legati ai danni riportati da una palazzina a seguito del terremoto del giugno scorso.  L'uomo, al volante della sua auto, si è immesso su via Don Bosco, superando incurante le transenne e non fermandosi neppure alle segnalazioni di un agente, in servizio proprio per fermare i mezzi e indicare la viabilità alternativa a disposizione.

 

A una seconda transenna, l’uomo è stato fermato da una vigilessa della Municipale, impegnata nel medesimo servizio. Dopo aver fermato il mezzo, Puglia ha iniziato a inveire all'indirizzo della donna, minacciando di ripartire. Mentre la vigilessa ha provato a farlo uscire dall'abitacolo, il 55enne per tutta risposta ha iniziato a spintonarla, graffiarla arrivando addirittura a morderla a un braccio. Una reazione a dir poco sconsiderata che ha causato all'agente, 44 anni, l'incrinatura di una costola oltre ad altre contusioni varie. Per nulla pago, secondo le testimonianze raccolte in seguito dagli agenti e dai poliziotti della Stradale di Castelnovo Monti intervenuti in soccorso, l’uomo avrebbe continuato ad aggredire la donna se nel frattempo non fossero intervenuti i colleghi che, non senza fatica, sono riusciti a immobilizzarlo e ad arrestarlo.

 

Portato in comando, per Puglia è anche scattata la denuncia per resistenza e lesioni volontarie aggravate, con gli agenti che gli hanno sequestrato un coltello che portava nella tasca dei pantaloni. Già in passato l'uomo era stato indagato per porto abusivo di armi che gli era costato la revoca della licenza di caccia. Puglia è stato trasferito in carcere a Reggio Emilia e questa mattina è comparso in tribunale e processato per direttissima. Il giudice ha convalidato l'arresto, disponendo per lui la misura dei domiciliari da scontare a casa di una parente. Quanto all'agente ferita, è stata portata al pronto soccorso del Sant'Anna di Castelnovo Monti e dimessa con una prognosi di una ventina di giorni.
 

 

di Alessio Fontanesi
da reggionline.com

 


 

Ordinaria violenza stradale contro le forze di polizia.  (ASAPS)

 

 

 

 

 

 

 

 



 

Lunedì, 20 Gennaio 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK