Giovedì 18 Luglio 2019
area riservata
ASAPS.it su
Articoli 08/01/2014

Quando la strada non è solo pirateria
Gli eroi che non esistono muoiono sulla strada, per gli altri, ma non li ricorda nessuno
Dietro il loro sacrificio, il nulla. Non ci sono risarcimenti, niente medaglie

di Lorenzo Borselli*

Asfalto nero, cielo nero. E poi rumore, fortissimo.
Il tergicristallo viaggia veloce ma non basta a togliere l’acqua dal vetro. Sul retrovisore due puntini gialli che si ingrossano e si rimpiccoliscono al ritmo della spazzola. Un’auto.
Davanti stessa scena, con due puntini rossi. I fari posteriori di una macchina che precede. Si accendono gli stop, le quattro frecce. Si rallenta, quasi a passo d’uomo. Slalom tra oggetti strani, neri. Un paraurti. Una ruota. Poi la luce dei fari rivela lo scenario: un’auto sventrata, in corsia di sorpasso.
Luccicano solo le parabole dei fari infranti. A bordo qualcuno...

 

> LEGGI L'ARTICOLO

 

da il Centauro n. 171

 


 

Quegli eroi della strada sconosciuti ai più. (ASAPS)

 

 

Mercoledì, 08 Gennaio 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK