Sabato 05 Dicembre 2020
area riservata
ASAPS.it su

Svizzera
Dal 2014 maggiore sicurezza sulle strade grazie a Via sicura

Obbligo di circolare con luci accese di giorno, divieto di alcol per neopatentati
Foto di repertorio dalla rete

Via sicura, il programma per la sicurezza stradale, prevede delle prescrizioni nuove in vigore dal 1° gennaio 2014. In futuro, per esempio, i veicoli a motore devono circolare con gli anabbaglianti o le luci di circolazione diurne accesi anche di giorno. Per chi possiede una licenza per allievo conducente o una licenza di condurre in prova vigerà invece il divieto di bere alcolici.

Dal 1° gennaio 2014 i conducenti di un veicolo a motore non equipaggiato di luci di circolazione diurne devono viaggiare sempre con gli anabbaglianti accessi. Questa misura molto apprezzata dall'upi, Ufficio prevenzione infortuni, contribuisce notevolmente ad aumentare la sicurezza stradale. Da diversi studi emerge infatti che l'uso delle luci di giorno può contribuire sensibilmente all'aumento della sicurezza stradale. Grazie al contrasto più accentuato tra ambiente e veicoli, le macchine sono più visibili e gli altri utenti della strada possono valutare meglio le distanze e le velocità. Di conseguenza la sicurezza aumenta per tutti gli utenti della strada. Anche i più vulnerabili tra loro, come i pedoni o i ciclisti, riescono così a riconoscere prima i pericoli e a proteggersi da questi.

Importante

·         Le luci di marcia diurne, in Svizzera obbligatorie per tutti i veicoli approvati del tipo a partire dal 1° ottobre 2012, sono montate solo sulla parte anteriore del veicolo e non sostituiscono gli anabbaglianti. Su strada bagnata, con la nebbia, con visibilità pessima e nelle gallerie i conducenti devono dunque sempre accendere le luci anabbaglianti. Di conseguenza si accenderanno anche le luci posteriori.

·         Sono esonerati dall'obbligo i ciclomotori, le e-bike e le biciclette nonché i veicoli immatricolati prima del 1970.

Una novità importante ci sarà anche per i possessori di una licenza per allievo conducente o di una licenza di condurre in prova. Dal 1° gennaio 2014 per loro entra in vigore il divieto di alcol al volante. La guida in stato d’ebbrezza costituisce uno dei principali problemi per la sicurezza stradale. L’alcol compromette le capacità necessarie per condurre un veicolo a motore, aumentando nel contempo la propensione al rischio. Il problema riguarda soprattutto i conducenti giovani: per questo gruppo basta già poco alcol a far aumentare notevolmente il rischio di infortunio. In loro, la percezione della circolazione stradale, la padronanza del veicolo e i relativi automatismi devono ancora essere sviluppati. Il consumo di alcol aggrava ulteriormente gli effetti di questi deficit.

Importante

·         Non solo i neopatentati devono osseravare il divieto di consumare alcolici, ma anche tutte le persone che partecipano a corse di scuola guida o di esercitazione (maestri conducenti e accompagnatori).

·         Inoltre il divieto si applica anche ai conducenti professionali.
 

 

 

Maggiori informazioni sulle misure e sul sito della campagna upi «Zero per mille. Zero problemi»:

http://www.upi.ch/it/lupi/comunicazione/media/circolazione-stradale/automobilisti/automobilisti/maggiore-sicurezza-sulle-strade-via-sicura


Una volta tanto gli svizzeri ci seguono. (ASAPS)

 

Martedì, 31 Dicembre 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK