Sabato 15 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su

Villabate (PA)
Un motociclista e i suoi parenti aggrediscono gli agenti della Stradale che avevano osato sanzionare il centauro perché senza patente e senza assicurazione!
I dati dell'Osservatorio Sbirri Pikkiati de il Centauro - ASAPS: 1.950 aggressioni nei primi 10 mesi
Il 31,8% degli aggressori era ubriaco, il 39% stranieri, nel 24,5% usata un'arma propria o impropria

 

 

(ASAPS) Un altro gravissimo episodio di aggressione alle divise sulla strada. Questa volta è avvenuto a Villabate in piazza Figurella. Gli agenti stavano multando un motociclista che non aveva né assicurazione né patente e sono stati minacciati e aggrediti dal giovane di 22 anni, palermitano, e dai familiari che il centauro aveva chiamato in soccorso.

E’ accaduto a una pattuglia della Polizia Stradale, aggredita a Villabate. Uno dei due agenti è stato colpito al volto con due pugni. Il giovane, residente in via Messina Marine, è stato fermato per oltraggio e violenza a pubblico ufficiale.

Il poliziotto della Stradale è stato al Buccheri La Ferla per essere medicato.

Il vergognoso episodio è l'ultimo di una lunga catena. Come documenta l'Osservatorio Sbirri Pikkiati dell'ASAPS nei primi 10 mesi del 2013 sono state 1.950 le aggressioni, 763 al nord, 470 al centro, e 717 al sud. 971 episodi hanno riguardato aggressioni ai Carabinieri (49,8%), 685 la Polizia di Stato (35,1%), 194 la Polizia Locale (9,9%), 172 altri corpi (8,8%). In 621 casi l'aggressore era ubriaco (31,8%), in 478 casi usata un 'arma propria o impropria (24,5%). In 760 episodi (39%)  l'aggressore è uno straniero. (ASAPS)

 


 

Guai a chi osa sanzionare il giovanotto senza patente e senza assicurazione!! Siamo a questi livelli. Noi teniamo la conta delle aggressioni  e la comunichiamo ai decisori politici, perché non facciano ancora finta di non vedere e di non sapere di come sia difficile svolgere il proprio dovere nel nostro Paese. Solidarietà alle forze di polizia!!  (ASAPS)

 

 

 

 



 

 

 


 

Martedì, 03 Dicembre 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK