Lunedì 19 Aprile 2021
area riservata
ASAPS.it su

Napoli violenta. Imboscata nella notte: autobus preso a sassate, conducente ferito
Nei primi 9 mesi del 2013, l'Osservatorio il Centauro Asaps ha registrato 46 episodi, con 5 feriti. 28 persone fermate e 6 arrestate di cui 27 minori

Napoli. Tiro al bersaglio, sabato sera, contro un bus dell’Anm. Erano circa le 23 quando l’autista, alla guida del mezzo, è stato sfiorato da una grossa pietra lanciata dall’esterno mentre la vettura transitava in via Nazionale delle Puglie.

Nessuna traccia del «cecchino», dileguatosi nell’oscurità, e tanta paura per il conducente rimasto incolume solo per un caso fortuito, dopo che il vetro della porta anteriore dove entrano i passeggeri, di fianco la cabina guidatori, è andato in frantumi colpito violentemente dal sasso.

 

> FOTO - Napoli, sassi contro il bus



«Avevo da poco finito il mio turno di lavoro e mi dirigevo verso il deposito - racconta l’autista Adolfo Vallini ancora turbato e spaventato -, quando all’improvviso ho sentito un tonfo sordo, poi ho avvertito un fastidio all’occhio destro, come se vi fosse entrata della sabbia. Nello stesso attimo ho visto la pietra che mi rimbalzava davanti, sul cruscotto».

L’uomo, preso alla sprovvista ma con lucida prontezza, ha subito pigiato d’istinto il piede sul freno. Fermato il mezzo per rendersi conto di cosa fosse successo, gli è bastato poco per capire che il sasso aveva sfondato l’anta della porta. Una vera e propria imboscata che rischiava di avere conseguenze molto serie. Allertati i carabinieri della vicina stazione di Poggioreale, i militari sono giunti immediatamente sul posto per i rilievi. Una denuncia contro ignoti ed un’ultima corsa che poteva finire in tragedia, se la mira dei tiratori fosse stata più precisa: questo il bilancio della serata.

 

da ilmattino.it

 

 

Mercoledì, 30 Ottobre 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK