Venerdì 09 Dicembre 2022
area riservata
ASAPS.it su

Guida ubriaca, invade la corsia opposta e uccide due persone a Mason
Tragedia verso l'una: Mercedes contro Fiesta sulla Nuova Gasparona. Alcoltest sulla conducente: tre volte oltre il limite

(ASAPS: Altri due morti a causa dell'alcol. Ma dell'alcol ingerito da un'altra signora!
Parlare di Omicidio stradale in questo momento in cui veine messo incredibilmente in crisi il Governo è persino assurdo. Non vale più la pena neppure parlarne)

L'auto distrutta su cui viaggiavano le vittime

VICENZA - Un 59enne torinese Gennaro Cosentino, e una 40 vicentina di Monticello Conte Otto, Paola Morbin, sono morti in uno scontro frontale avvenuto verso l'una della notte di venerdì sulla Nuova Gasparona, in comune di Mason (Vicenza). La moglie del 59enne è in gravi condizioni all'ospedale, mentre un'altra donna, S.C., 38 anni di San Vito di Leguzzano (Vicenza), è rimasta ferita, ma non è in pericolo di vita. Sarebbe stata proprio S.C., secondo i primi accertamenti della polizia stradale, a provocare l'incidente, invadendo la corsia opposta alla guida della sua Mercedes. La donna ha riportato una serie di traumi e fratture e sarebbe risultata in stato di ebbrezza: all'alcoltest avrebbe fatto registrare 2.34 grammi litro contro lo 0,5 che è il limite massimo per poter guidare, quindi più di tre volte oltre il consentito. L'altra auto, guidata da Paola Morbin e sulla quale viaggiavano i coniugi torinesi Gennaro Cosentino e Antonella Riccio, era una Ford Fiesta. L'impatto è stato violentissimo: la Mercedes ha finito la sua corsa nel campi a lato della carreggiata mentre la Fiesta è rimasta al centro della strada: la Morbin e Cosentino, che viaggiavano sui sedili anteriori, sono deceduti, mentre la Riccio è ricoverata nel reparto di Rianimazione dell'ospedale di Bassano. La strada è rimasta chiusa a lungo nella notte, in attesa dei rilievi della polizia e della rimozione dei mezzi.
 

da ilgazzettino.it

 

Lunedì, 30 Settembre 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK