Sabato 13 Agosto 2022
area riservata
ASAPS.it su

Forlì
“Arrivano i nostri” L’assegnazione dei 48 agenti in uscita dall’aeroporto, con soli 5 agenti assegnati alla Polizia Stradale, non convince l’ASAPS

Foto Coraggio - archivio Asaps

La notizia della ridistribuzione dei 48 agenti della Polizia di Stato in forza all’ormai ex aeroporto di Forlì, se da una parte ci rattrista perché sancisce, anche dal punto di vista della sicurezza, la fine dell’attività dell’aeroporto forlivese, da un’altra ci conforta per il recupero di 48 divise blu negli organici della Polizia di Stato e, si spera, per una conseguente più forte presenza sul territorio forlivese e Dio sa - ma lo sanno anche i cittadini – quanti ce ne sia bisogno.

 

L’ASAPS solleva però le sue perplessità sul fatto che dei 48 poliziotti alla fine, secondo le indicazioni della stampa, solo 5 si cuciranno il centauro alato sulla manica della giacca, andando a rinforzare le sguarnite fila della Polizia Stradale: 2 alla Sezione di Forlì, uno alla sottosezione A14 e 2 a Bagno di Romagna.  Due agenti saranno poi assegnati al CAPS di Cesena, la scuola della Polizia di Stato, ma dubitiamo che diventino operativi su strada.
Ben poca cosa rispetto alle esigenze di garantire una maggiore sicurezza sulle strade della provincia. Per questo riteniamo che si sia persa una vera occasione per alzare la sponda della sicurezza stradale, quella che dovrebbe garantire il bene primario, cioè la vita dei cittadini.
Certo ci conforta il fatto che siano in arrivo 33 agenti in questura, un numero così elevato di inserimento in un solo colpo di divise negli uffici di Corso Garibaldi, nella nostra antica  memoria non trova riscontro.

 

Molto bene. Ora ci auguriamo che Prefetto e Questore diano una netta risposta con un vero moltiplicarsi delle pattuglie sul territorio per ostacolare il dilagare di reati predatori che aggrediscono cittadini, famiglie con l’incremento dei furti in appartamento e ai beni delle  imprese artigiane nel territorio centrale e periferico.
Ecco, anziché due pattuglie per turno e magari una sola di notte ci auguriamo di incrociare molto più spesso le lucciole lampeggianti blu, che realizzano oasi di sicurezza per i cittadini. Se sarà così ricaveremo una piccola consolazione dalla gravissima chiusura del nostro aeroporto, se non sarà così allora saremo di fronte all’ennesima occasione persa.


Forlì, 12 settembre 2012

Giordano Biserni
Presidente ASAPS
 

Venerdì, 13 Settembre 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK