Domenica 18 Agosto 2019
area riservata
ASAPS.it su

Incidenti, per 4 italiani su 10 la colpa è delle code

L'indagine di TomTom e YouGov. Ma l'89% è convinto di saper calcolare in modo corretto la distanza di sicurezza
Foto di repertorio dalla rete

In Italia a circa 7 automobilisti su 10 capita regolarmente di dover inchiodare a causa di code improvvise. E 4 su 10 sono stati coinvolti in incidenti proprio a causa di queste frenate brusche in caso di code. Lo rivela uno studio condotto da TomTom in collaborazione YouGov nell’agosto 2013 in Italia (ma anche in Gran Bretagna, Francia, Germania, Spagna e Paesi Bassi su un campione totale di 6mila persone). I dati della ricerca, relativa agli incidenti generati dal traffico, è stata utilizzata da TomTom per implementare i suoi navigatori con una funzione che permette di identificare e avvisare l’automobilista in caso di ingorghi improvvisi. Secondo lo studio, infatti, molti degli incidenti generati a causa del traffico avvengono per colpa di una segnalazione non abbastanza tempestiva.

 

DISTANZA DI SICUREZZA - Eppure, dati statistici alla mano, gli italiani sono convinti di sapersela cavare piuttosto bene al volante. Il 68% afferma di mantenere sempre la distanza di sicurezza, il 78% sostiene di sapere ciò che prevede il Codice della Strada in materia, l’89% è sicuro di saper valutare e calcolare la distanza da tenere rispetto alle altre automobili in base alla velocità alla quale sta viaggiando. Peccato che poi, alle prese con un test ad hoc, in pochi abbiano saputo effettuare davvero il calcolo corretto.

 

DONNE AL VOLANTE - Le donne al volante pericolo costante? Secondo i risultati dello studio è proprio il contrario: solo il 34% è stato coinvolto in incidenti dovuti a code o frenate brusche contro il 42% degli uomini. Mentre per quanto riguarda i tamponamenti, il 16% delle donne ha cozzato almeno una volta contro l’auto che precedeva la propria contro il 24% degli uomini.

 

DATI ANIA – I dati diffusi da YouGov sono confermati anche da una ricerca di ANIA (Associazione Nazionale Imprese Assicuratrici) secondo la quale l’87% degli automobilisti non è sicuro di saper calcolare la distanza di sicurezza quando guida a velocità sostenuta. Non solo: il 14% ammette di non rispettare la distanza quando viaggia ad alta velocità. Mentre in caso di code improvvise, l’82% degli italiani reagisce attivando le quattro frecce, il 26% da un primo colpo ai freni prima della frenata vera e propria (in modo da allertare le automobili in arrivo). Mentre un altro 8%, curiosamente, suona il clacson.

 

INCIDENTI E STRADE – Stando ai dati forniti dalla Polizia di Stato, nel primo trimestre del 2013 il numero di incidenti sulle strade italiane è aumentato dell’8,3% su base annuale, mentre quello dei feriti è salito del 6%. Secondo ANIA le provincie dove in percentuale si registra il maggior numero di incidenti sono Roma, Torino, Cagliari, Genova e Napoli.

 

da corriere.it

 

 


 

Martedì, 03 Settembre 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK