Venerdì 13 Dicembre 2019
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 29/09/2005

da Il Giornale di Brescia - Tre chilometri in contromano in autostrada: sfiorata la tragedia

da Il Giornale di Brescia
Tre chilometri in contromano in autostrada: sfiorata la tragedia
IERI POMERIGGIO IN A4 TRA I CASELLI DI PALAZZOLO E PONTE OGLIO.
 


Tragedia sfiorata, a poche ore da quell’inferno scoppiato sull’A21 nei pressi di Manerbio. Si è rischiato davvero grosso ieri pomeriggio in autostrada tra Palazzolo e Ponte Oglio. La paura correva sulla scia di quel furgoncino che ha percorso in contromano quasi tre chilometri d’asfalto. In quel tratto di A4 che, scavalcando l’Oglio, finisce in terra orobica. Ed è accaduto in uno dei punti più trafficati della rete autostradale bresciana e in un orario piuttosto «caldo»... pochi minuti prima delle 18. Epilogo? Il conducente è stato bloccato dalla Polizia stradale di Seriate, evitando così il peggio. In realtà qualcosa è accaduto, al di là del terrore di molti automobilisti che si sono trovati faccia a faccia, anzi muso a muso con quel veicolo. L’autista di un autobus è infatti stato costretto ad inchiodare e sbandare paurosamente per evitare lo schianto con quel Fiat Fiorino «impazzito»: una donna che sedeva sul mezzo di trasporto pubblico si è ferita - lievemente - ad una mano. Ma andiamo con ordine. Sono le 17.55 quando quel «Fiorino» si lascia alle spalle il casello di Palazzolo sull’Oglio: deve imboccare la corsia per Brescia e invece, per sbaglio, s’infila sulla rampa che poi immetterà sulla carreggiata opposta, verso Bergamo. Il veicolo non si ferma, anzi «macina» l’asfalto della terza corsia alimentando parecchia paura tra gli automobilisti che a quell’ora stavano approdando in terra bresciana dopo aver attraversato la Bergamasca. Numerose le telefonate al 113 tanto che poco dopo, a meno di tre chilometri di distanza dal casello palazzolese, una pattuglia della Polizia stradale di Seriate ha bloccato il furgoncino. Molte le auto costrette ad un vero e proprio slalom per evitare l’impatto, in quel lungo serpentone che ogni giorno si snoda verso Brescia. Una volta bloccato il veicolo in contromano tra i caselli di Ponte Oglio e Grumello del Monte, gli agenti hanno prelevato il conducente (si tratta di un cinquantenne bresciano) e trasportato nella caserma di Seriate per gli accertamenti. Risultato? Al bresciano è stata ritirata la patente di guida e sequestrato quel «Fiat Fiorino» in attesa che il Prefetto stabilisca l’ammontare della multa per quell’infrazione che avrebbe potuto far registrare un epilogo ben più drammatico. Il rischio è stato davvero grosso... solo domenica scorsa un trentunenne, dopo aver percorso ventisette chilometri in contromano (da Cremona a Manerbio) si è scontrato frontalmente con un fuoristrada: l’uomo è morto, quale epilogo di un incidente che ha dell’assurdo.


Giovedì, 29 Settembre 2005
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK