Lunedì 10 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su

DANNI DA CATTIVA MANUTENZIONE STRADALE
La Cassazione ritorna sulla questione: si può escludere la colpa dell’ente ma solo se ricorrono particolari condizioni

Commento di Ugo Terracciano*

Continua l’infinita querelle della responsabilità della pubblica amministrazione per i danni causati dalla cattiva manutenzione della strada. La domanda è: quando e a che titolo a chi cade per una buca sull’asfalto ha diritto al risarcimento da parte dell’Ente proprietario (Comune, Provincia, ANAS, ecc.)?
La Corte di Cassazione è tornata sulla questione (oggetto di non poche oscillazioni giurisprudenziali) con la sentenza 8 maggio 2012, n. 6903, dando ragione ad un motociclista che, nel lontano 21 giugno 1997 alle ore 8 del mattino, nel centro abitato di Nicotera, a causa di una anomalia della sede stradale cadde rovinosamente.
Il giudice di primo grado aveva condannato il Comune, ma poi in appello la situazione si era ribaltata (il che conferma ciò che avevamo anticipato in ordine all’oscillante posizione dei giudici).

 

> Leggi l'articolo

 

da il Centauro n. 167

 

 

Venerdì, 26 Luglio 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK