Mercoledì 01 Febbraio 2023
area riservata
ASAPS.it su

SPECIALE CONTESTAZIONE IMMEDIATA E DIFFERITA ALLE VIOLAZIONI AL CODICE DELLA STRADA

(Cass. civ., sez. I, 22 febbraio 1989, n. 995)

I motivi per cui, nel caso concreto, non si proceda alla immediata contestazione della violazione di norme in tema di circolazione stradale possono assumere rilevanza, in sede disciplinare, in confronto dell’agente verbalizzante. ove si rivelino in contrasto con le disposizioni dell’art, 140 del codice stradale e dell’art. 14 L. 24novembre 1981 n. 689 — che prevedono doversi far luogo, quando possibile, a contestazione immediata — ma non incidono sulla efficacia della contestazione tempestivamente eseguita in forma differita attraverso la notificazione degli estremi della violazione — secondo quanto previsto dagli artt. 141, comma quarto, del codice stradale e 14, comma secondo. L. 24 novembre 1981, n. 689.

Mercoledì, 22 Febbraio 1989
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK