Sabato 22 Gennaio 2022
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 25/06/2013

Patente, arrivano i nuovi quiz
Dal primo ottobre si aggiungono 750 nuove domande e la revisione di circa 7000 vecchi quesiti che sono stati aggiornati secondo la normativa vigente

"Durante la guida è consentito utilizzare il cellulare per comporre sms", vero o falso? "Quando si vuole cambiare direzione è obbligatorio fare uso delle segnalazioni acustiche (clacson o trombe)", vero o falso? "In caso di pioggia occorre aumentare la distanza di sicurezza", vero o falso? A queste e alle migliaia di altre domande con tanto di disegnini di incroci e cartelli stradali che si devono indovinare per entrare in possesso della patente di guida, se ne aggiungeranno dal primo ottobre 2013 altre 7.000 circa.  I nuovi questionari di esame interessano il rilascio delle patenti A1, A2, A, B, B1 e BE  e sono stati predisposti sulla base del programma d’esame previsto dal decreto ministeriale 19 dicembre 2012 elaborato sulla base della direttiva 2006/126/CE, recepita in Italia con il decreto legislativo 18 settembre 2013, n. 59, come ci fanno sapere dal Ministero delle Infrastrutture.

 

La novità maggiore riguarda la revisione di alcuni quesiti che non erano più coerenti con la normativa vigente e che avevano creato diversi problemi di interpretazione da parte dei candidati. "Inoltre, sono state elaborate oltre 750 nuove domande vertenti, in particolare, su argomenti quali la regolamentazione amministrativa e sanzionatoria dei conducenti e delle patenti, comportamenti ai passaggi a livello, uso delle luci e dispositivi di illuminazione, elementi strutturali del veicolo che incidono sulla sicurezza della circolazione (pneumatici, freni, organi di trasmissione), guida dei veicoli a due ruote e comportamento nei confronti dei conducenti di tali veicoli", specificano dalla Direzione Generale per la Motorizzazione. Invariato invece lo svolgimento della prova: le domande rimangono quaranta con risposta vero-falso da completare nell'arco dei 30 minuti a disposizione.

 

I quesiti sono tratti casualmente dai 25 capitoli che compongono il database, uno per ognuno dei 10 capitoli più generici e due per i 15 capitoli che trattano di sicurezza stradale e norme di circolazione. "I quiz saranno tradotti nei regimi linguistici tutelati dalla nostra Costituzione e, inoltre, candidati che hanno difficoltà di lettura potranno ascoltare in cuffia, la lettura dei quiz stessi", concludono dalla direzione. Rimane lo stesso anche il limite di tolleranza, con la soglia dei 4 errori concessi per la promozione. Alla quinta risposta sbagliata si viene bocciati. E non si può imbrogliare, l'esame rimane infatti informatizzato.

 

di Silvia Bonaventura
da repubblica.it

Martedì, 25 Giugno 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK