Venerdì 02 Dicembre 2022
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 31/05/2013

Polizia Stradale Distaccamento di Arcore
Dopo un inseguimento ai 200 all’ora in autostrada una pattuglia, viene speronata ma  riesce  a fermare una macchina di lusso rubata pochi giorni prima: gli occupanti riescono a fuggire
All’interno arnesi da scasso

(ASAPS) Rocambolesco inseguimento da parte di una pattuglia della Polizia Stradale Distaccamento di Arcore la sera del 28 maggio sulla Tangenziale Est di Milano.
Avevano ricevuto la segnalazione dal Centro Operativo che i colleghi di Seriate stavano cercando di fermare sulla A4 un’auto  che si stava dirigendo a folle velocità verso Milano.
All’altezza di Agrate Brianza la pattuglia di Arcore intercettava la Bmw che sfrecciava  200 km l’ora e prontamente si cimentavano in un inseguimento mozzafiato.
Dopo quindici chilometri di manovre azzardate da parte della Bmw tallonata dalla volante della Polizia che riusciva, grazie all’abilità del guidatore, a tener testa ai tanti cavalli della macchina tedesca, la Bmw rallentava vistosamente grazie al “tappo” formato da un’altra pattuglia nel frattempo allertata.

 

I poliziotti così riuscivano a notare che gli occupanti erano due persone verosimilmente dell’Est europeo e, pochi istanti dopo, gli stessi speronavano l’auto della polizia per poi fuggire attraverso i campi adiacenti alla strada.
I poliziotti della pattuglia di Arcore si mettevano immediatamente all’inseguimento riuscendo anche a raggiungerli. Uno di loro divincolandosi dalla presa feriva ad una mano un poliziotto e così entrambi si dileguavano nella campagna.

 

I poliziotti riuscivano però a recuperare l'auto, risultata rubata appena 5 giorni prima in provincia di Prato, al suo interno venivano rinvenuti numerosi oggetti da scasso tra cui un flessibile e una mazza.
Senz’altro la pattuglia della Polizia Stradale di Arcore, oltre a recuperare un’auto rubata, è riuscita a fermare una di quelle bande di ladri che seminano terrore negli appartamenti e nelle ville con buona pace, almeno in questo caso, delle famiglie magari già in elenco per le loro “visite a domicilio”: i controlli su strada servono anche a questo! (ASAPS)

Venerdì, 31 Maggio 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK